Trasferimento interprovinciale in fase B: titolarità su scuola solo per il primo ambito richiesto

Enrica – Sono un’insegnante entrata in ruolo nell’anno sc. 2011-2012 da GaE.
Quest’anno vorrei chiedere il trasferimento dalla prov. di TO alla prov. di CN. Se non erro partecipo alla fase B e nella domanda posso indicare anche un elenco di scuole. Quante ne posso indicare? Posso anche indicare altre scuole appartenenti ad altri ambiti territoriali della provincia di Cuneo? Se non c’è posto nelle scuole da me indicate, cosa mi succede? Posso rimanere nelle mia scuola di titolarità nella prov. di Torino? Altrimenti,  dove vado a finire? Ringrazio anticipatamente e saluto.

Giovanna Onnis – Gentilissima Enrica,

non sbagli sulla fase dei movimenti in cui rientreresti, infatti la tua domanda è di trasferimento interprovinciale che rientra nella fase B .

Per il prossimo anno scolastico i docenti assunti entro l’anno scolastico 2014/15 che partecipano alla mobilità interprovinciale dovranno esprimere preferenze su ambiti territoriali e avranno la possibilità di acquisire titolarità in una specifica scuola solo all’interno del primo ambito richiesto, altrimenti la titolarità sarà in uno degli altri ambiti inseriti nelle preferenze.

Quindi , nella domanda di trasferimento interprovinciale, potrai scegliere nell’ordine che più gradisci le scuole che fanno parte del primo ambito, ma se otterrai il trasferimento in questo concorrerai per tutte le scuole dell’ambito, anche per quelle non esplicitamente richieste.

La scelta di specifiche scuole riguarda, però, solo il primo ambito, quindi non potrai chiedere altre scuole di altri ambiti territoriali della provincia.

Se non ci saranno disponibilità nelle preferenze espresse, non avrai il trasferimento e rimarrai nella scuola di attuale titolarità

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads