Fase comunale e provinciale. Differenze

Katia – Buongiorno, Sono una maestra di scuola dell’infanzia  (posto comune) assunta nell’anno scolastico 2014-15. Vorrei essere sicura di aver capito bene le fasi del trasferimento, per valutare al meglio come presentare la mia domanda di mobilità. Lavoro nel comune A e vorrei trasferirmi nel comune B o, in subordine, in altra sede del comune A. Presentando la mia domanda in questo modo, non partecipo alla fase detta comunale, ma solo a quella provinciale, insieme ai nuovi assunti delle fasi 0 e A. Se invece esprimo prima le preferenze per il comune A, in cui già lavoro, partecipo alla fase provinciale solo se non ottengo il trasferimento nella fase comunale? O nel momento in cui esprimo preferenza per il comune B, partecipo comunque solo in fase provinciale, indipendentemente dall’ordine delle mie preferenze?  Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissima Katia,

come assunta entro il 2014/15 puoi partecipare sia alla fase comunale, nel caso indicassi scuole del comune di attuale titolarità, che a quella provinciale, nel caso indicassi scuole di altri comuni.

La fase comunale precederà quella provinciale. Pertanto le scuole di altri comuni verranno prese in considerazione solo se non ci sarà posto in quelle ubicate nel comune di titolarità.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads