Concorso a cattedra e 180 giorni di servizio nell’a.s. 2015/16

Gentile Redazione, vi scrivo questa mia lettera per segnalare un problema che sto incontrando nella presentazione della domanda di partecipazione al concorso docenti 2016, e per la precisione riguarda la valutazione come titolo di servizio dell’ anno scolastico 2015/16.

Il problema, a mio avviso, nasce dal fatto che non può essere specificata come data di fine servizio quella successiva alla data di scadenza delle domande (30 marzo).

Non ho nulla contro il concetto che un requisito debba essere posseduto alla data di scadenza del bando, ma, per come la vedo io, il titolo che da diritto al punteggio è il maturare 180 gg di servizio nell’anno scolastico, e non entro una data arbitraria (perchè il 30 marzo e non il 15 marzo o il 15 aprile?).

Nello specifico il DM94, al punto D.1.1 riporta:

– che spettano "*PUNTI 0,70 per ciascun anno di servizio*"
– che "*E’ valutato come anno scolastico il servizio prestato a tempo determinato, per un periodo continuativo non inferiore a 180 giorni per ciascun anno scolastico*"

Ora, l’anno scolastico di cui sopra, si conclude a giugno, per cui, sempre a mio avviso, colui che ha un contratto sino al termine delle attività didattiche ha già il requisito del termine del contratto il 30 giugno (o meglio ancora al 31 agosto…), e tale requisito lo possiede entro il termine di presentazione della domanda.

Allo stato attuale, per l’anno corrente, maturano 180 gg di servizio solo coloro che hanno firmato contratto entro il 2 ottobre u.s., affidando il punteggio al caso, e creando ulteriori disparità.

Mi piacerebbe avere un vostro parere in merito, e, vista la mia incapacità/impossibilità di dialogare con il MIUR, vi sarei grata qualora mi spiegaste meglio come fare a presentare questa mia perplessità agli uffici del Ministero.

Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità.

risposta – gent.mo/a, non possiamo concordare con il tuo punto di vista, che naturalmente Tuttavia ti invitiamo a contattare il Miur attraverso il numero verde messo a disposizione per chiarire dubbi sulla presentazione della domanda. Pagina Miur contatti

Il requisito di servizio può essere considerato acquisito infatti solo nel momento in cui sia stato svolto, quindi post, non ante.

Tu infatti potresti dichiarare di "avere svolto" servizio per almeno 180 giorni continuativi per quella classe di concorso nell’a.s. 2015/16, requisito che raggiungi dopo il 30 marzo, ma di fatto licenziarti il 1° aprile. E dunque non arrivare mai a compiere il servizio.

D’altronde questo è il principio sempre impiegato alla base della valutazione del servizio.

Pertanto il servizio deve essere effettivamente svolto per poter essere dichiarato, altrimenti è solo un servizio presunto.

Tu affermi che in questo caso il punteggio è affidato al caso, e in parte è vero, ma l’alternativa era non considerare l’anno in corso per nessuno, e forse era un torto ancora più grosso, dal momento che in questo caso si tratterebbe di servizio effettivamente svolto. Facci sapere cosa dicono al Miur.

Posted on by nella categoria Concorso docenti
Versione stampabile
ads ads