Trasferimento da sostegno a posto comune: rientra nella fase A, sottofase 2-A anche se riguarda scuole del comune di titolarità

Anna – Salve sono insegnante di scuola Primaria assunta su posto di sostegno
nell’anno 2006. Volevo capire come funziona il passaggio da sostegno su posto
comune. Resto nella scuola di attuale servizio o rientro nella fase provinciale? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Anna,

il trasferimento da sostegno a posto comune nella stessa provincia di titolarità, rientra nella fase A dei movimenti e precisamente nella sottofase 2-A provinciale anche se vengono chieste scuole ubicate nello stesso comune di titolarità

Questo viene chiarito esaurientemente nell’allegato 1 dell’ipotesi di CCNI 2016/17 dove viene indicato l’ordine delle operazioni nei trasferimenti e passaggi:

“Per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado, i trasferimenti nell’ambito delle operazioni di cui alle lettere B), C1), C2, D), E), E1) E2), F), sono compresi i trasferimenti dei docenti titolari dei posti di sostegno che transitano sui posti comuni ovvero sulle cattedre curricolari delle scuole della stessa provincia, anche se il
trasferimento è per scuole dello stesso comune”

Per il trasferimento da sostegno a posto comune, quindi, concorrerai a punteggio insieme a tutti gli altri docenti che rientrano nella tua stessa fase dei movimenti

Posted on by nella categoria Mobilità, Sostegno
Versione stampabile
ads ads