Il docente che ottiene trasferimento con titolarità su scuola non ha, su questa sede, nessun vincolo temporale di permanenza

Michela – Gentilissimi, il docente (assunto in ruolo prima dell’ a.s. 2015/16) che chiederà trasferimento  quest’anno, una volta che lo abbia ottenuto, sarà poi soggetto a un  vincolo di permanenza triennale nella nuova scuola di titolarità? Vorrei  inoltre sapere se potrà rimanere nella nuova scuola in via definitiva  (salvo eventuali esuberi) o se sarà soggetto a una verifica di qualche  tipo alla fine del primo triennio di lavoro. Grazie.

Giovanna Onnis – Gentilissima Michela,

se il docente partecipa al trasferimento con titolarità su scuola e sarà soddisfatto in una delle preferenze espresse nella domanda, avrà una nuova scuola di titolarità sulla quale, però, non avrà nessun vincolo temporale di permanenza.

Il docente con nuova titolarità nell’a.s. 2016/17 potrà, infatti, chiedere di essere trasferito anche per il successivo anno scolastico, così come potrà decidere di rimanere nella scuola in modo definitivo senza che nessuno possa obbligarlo a trasferirsi se non per contrazione in organico e conseguente sua soprannumerarietà.

Per il docente con titolarità su scuola non esiste nessun triennio di prova e si parla di triennio (non come prova, ma come durata dell’incarico) per i docenti con titolarità in un ambito territoriale che in seguito alla chiamata diretta da parte del Dirigente scolastico avranno un incarico triennale con possibilità di rinnovo se in  coerenza  con  il  piano triennale  dell’offerta formativa (PTOF), come stabilisce il comma 80 della legge 107

 

Posted on by nella categoria Mobilità, Varie
Versione stampabile
ads ads