Esami di Stato: obbligo o facoltà domanda ES1 per supplente al 30 giugno

Alessia – Gent.le redazione, ho bisogno di aiuto per capire se posso o devo fare la domanda.

Sono un’insegnante di lettere, non abilitata, ma con laurea del vecchio ordinamento, conseguita nel 1997, che mi permette di insegnare, essendo iscritta alle graduatorie d’istituto di III fascia, ma non di partecipare al concorso appena indetto. Dalla lettura della circolare del Miur sulla presentazione della domanda a commissario esterno della maturità, trovo contraddizione tra queste due voci della circolare, una relativa all’obbligo e una alla facoltà di presentazione della domanda stessa. Per motivi familiari se non sono costretta eviterei di presentarla, ma non riesco a capire (e il dubbio è rimasto anche dopo il colloquio con la segreteria della scuola dove lavoro) se rientro nell’obbligo o nella facoltà.

Quanto al servizio prestato nella secondaria di secondo grado ho avuto un incarico annuale (dal 15 ottobre al 30 giugno) nel 2013/2014 e adesso una nomina di supplenza di una collega fino all’avente diritto (interrotta il 16 dicembre) e dal 7 gennaio nella stessa scuola un incarico fino al 30 giugno (mentre l’anno scorso sono stata supplente, con contratti molteplici, sulla secondaria di primo grado).

Vi sarei infinitamente grata se poteste darmi una risposta, perché davvero non so come devo comportarmi.

Questi i due passi: dal primo sembrerebbe che io abbia l’obbligo, dal secondo che ho facoltà… quindi?

2.c.c. Personale che ha l’obbligo di presentare la scheda di partecipazione come commissario esterno (Modello ES-1)

Sono obbligati alla presentazione della scheda di partecipazione come commissario esterno:
2. i docenti, se non designati commissari interni o referenti del plico telematico,- ivi compresi i docenti tecnico-pratici con insegnamento autonomo e quelli con insegnamento in compresenza di cui all’articolo 5 della legge n. 124/1999 e gli insegnanti di arte applicata – con rapporto di lavoro a tempo determinato, fino al termine dell’anno scolastico o fino al termine delle attività didattiche, in servizio in istituti statali d’istruzione secondaria di secondo grado:
– che insegnano, nelle classi terminali e non, discipline rientranti nei programmi di insegnamento dell’ultimo anno dei corsi di studio;
– che insegnano materie riconducibili alle classi di concorso afferenti alle discipline assegnate ai commissari esterni, in possesso della specifica abilitazione all’insegnamento o di idoneità di cui alla legge n. 124/1999 o di titolo di studio valido per l’ammissione ai concorsi per l’accesso ai ruoli;

2.c.d. Personale che ha facoltà di presentare la scheda di partecipazione commissario esterno (Modello ES-1)

i docenti che, negli ultimi tre anni incluso l’anno in corso, con rapporto di lavoro a tempo determinato sino al termine dell’anno scolastico o sino al termine delle attività didattiche, abbiano prestato effettivo servizio almeno per un anno in istituti statali di istruzione secondaria di secondo grado e siano in possesso di abilitazione o idoneità all’insegnamento di cui alla legge n. 124/1999 nelle materie comprese nelle classi di concorso afferenti ai programmi di insegnamento dell’ultimo anno dei corsi della scuola secondaria di secondo grado;

Grazie per la disponibilità

risposta – gent.ma Alessia, in realtà non c’è incongruenza. Devi considerare che il Miur parte dal presupposto che tutti abbiano il desiderio di presentare la domanda e di partecipare agli Esami. Per questo motivo a chi non è obbligato, si cerca comunque la possibilità tramite la "facoltà".

Quindi tu devi guardare innanzitutto se rientri nell’obbligo. Purtroppo non hai specificato cosa insegni. Comunque è facile stabilirlo: se insegni, in classi terminali o non, discipline rientranti nei programmi di insegnamento dell’ultimo anno dei corsi di studio, hai l’obbligo.

Obbligo che potrebbe venire meno qualora questa condizione non sia soddisfatta, ma insegni materie riconducibili alle classi di concorso afferenti alle discipline assegnate ai commissari esterni, in quanto in questo caso è necessario essere in possesso di specifica abilitazione.

In pratica non hai neanche bisogno di andare a controllare se hai "facoltà" di presentare la domanda, il tuo dubbio si scioglierà nell’ambito dell’obbligo, a seconda la materia da te insegnata.

Naturalmente, lo diciamo anche se non è il tuo caso, se dalla parte relativa all’obbligo risultasse che non puoi presentare la domanda, potresti verificare se hai i requisiti per la "facoltà", ma abbiamo capito che non sei interessata.

In ogni caso la segreteria saprà dirti in merito.

Commissari agli esami di stato, chi può e chi deve presentare domanda? Pubblicata la Circolare

Posted on by nella categoria Esami di stato
Versione stampabile
ads ads