Mobilità territoriale: il trasferimento provinciale viene disposto sempre prima di quello interprovinciale

Gaspare – All’attenzione della gentilissima redazione .Due insegnanti di ruolo nella stessa regione dal 2005  ma fuori provincia di residenza . Se nella loro provincia di residenza ci sono 4 ambiti , l’insegnante A viene trasferito nell’ambito 2 mentre l’insegnante B con un punteggio maggiore chiede solo l’ambito 1 e non ottiene il trasferimento .  Negli anni successivi se c’è disponibilità di trasferimento nell’ ambito 1 ,chi verrà trasferito l’insegnante B oppure l’insegnante A ? Ringrazio anticipatamente per l’eventuale risposta chiarificatrice.

Giovanna  Onnis – Gentilissimo Gaspare,

i due docenti indicati nel tuo esempio risultano essere titolari in province diverse.

Considerando, infatti,  il trasferimento ottenuto dal docente A nell’ambito 2, lui risulta titolare  nella  provincia X, mentre il docente B anche se ha un punteggio maggiore non ha ottenuto il trasferimento nell’unico ambito richiesto della provincia X e rimane titolare nella provincia Y.

Il successivo anno scolastico i due docenti che chiedono trasferimento in un ambito territoriale della provincia X, risulteranno partecipare alla mobilità in due fase distinte, il docente A nella fase provinciale e il docente B nella fase interprovinciale.

La fase provinciale ha sempre preceduto quella interprovinciale e così ritengo che  sarà anche per i prossimi anni scolastici.

Quindi se ci sarà una disponibilità nel’ambito 1 della provincia X, questa spetterà al docente A che è titolare nella provincia X

 

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads