Trasferimento e duplice richiesta su sostegno e posto comune: deve essere rispettata la priorità data dal docente nella domanda

Mariagrazia – Sono un insegnante di sostegno della scuola secondaria di primo grado che ha già superato il vincolo quinquennale. Quest’anno vorrei chiedere il trasferimento sia sulla materia che sul sostegno, dando priorità alla materia. Tenendo in considerazione l’art 27 del CCNI sulla mobilità, che fa distinzione tra preferenze puntuali e sintetiche, potreste cortesemente rispondermi ad un esempio pratico? Se io scegliessi nell’ordine : comune1, comune2, scuola1(in altro comune), scuola2 (in altro comune ancora), comune3. Quale sarebbe la scansione esatta tra materia e sostegno? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Mariagrazia,

trovi risposta al tuo quesito proprio nell’art. 27 comma 2  dell’ipotesi di CCNI (da te citato), dove si stabilisce che “gli insegnanti di scuola secondaria di I grado titolari su posti di sostegno non vincolati alla permanenza di un quinquennio su detti posti, e gli insegnanti titolari di cattedre curricolari, in possesso del titolo valido per l’accesso ai posti di sostegno, potranno chiedere di partecipare al trasferimento per le stesse preferenze espresse sia su posti di sostegno sia su classi di concorso. Qualora vengano richieste entrambe le tipologie i predetti insegnanti dovranno indicare nel modulo domanda l’ordine prescelto (cattedre, sostegno) di gradimento contrassegnando le apposite caselle numerate. Nell’ordine espresso verrà analizzata ciascuna preferenza (sia puntuale che sintetica) del modulo domanda.”

In analogia con quanto previsto per la scuola dell’Infanzia e per la scuola Primaria (l’art.27, infatti fa esplicito riferimento agli articoli 25 e 26), in caso di di preferenza analitica  (singola scuola) verranno progressivamente esaminate le varie tipologie di posto esistenti nella scuola secondo l’ordine espresso dal docente, mentre in caso di preferenza sintetica (comune, distretto, ambito, provincia) verrà esaminata la prima tipologia di posto prescelta dal docente nelle citate caselle, per tutte le scuole comprese nella singola preferenza sintetica espressa. Successivamente, con le medesime modalità, verranno  esaminate le altre tipologie di posto, secondo l’ordine indicato dal docente nelle predette caselle del modulo domanda .

Considerando l’ordine da te indicato per le preferenze, verrà utilizzato il criterio stabilito per le preferenze sintetiche per le tue richieste su “comune1” “comune2” e “comune3” e i criteri validi per le preferenze analitiche per le tue richieste su “scuola1” e “scuola2”, rispettando chiaramente l’ordine con il quale hai inserito le preferenze nella domanda e considerando la priorità da te data per il trasferimento su materia

Per maggiori dettagli sull’argomento ti invito a leggere l’articolo di OrizzonteScuola http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-preferenze-nella-domanda-posto-comune-e-posto-sostegno-criteri-utilizzati-nellattribuzi

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads