Docente dichiarata soprannumeraria nel corrente anno scolastico e domanda di trasferimento condizionata. Chiarimenti

Antonella  – Sono una docente di Lettere e Storia (A050) a tempo indeterminato da 33 anni e presto servizio in un istituto tecnico. Quest’anno per diminuzione degli iscritti, non si formeranno due classi e quindi io mi trovo nella condizione di perdente posto, o meglio perdo la titolarità su due classi conservandone solo una (quindi presterò nella mia scuola attuale solo 6 ore di insegnamento). La mia sede di servizio è una sede associata. Volevo pertanto porvi alcuni quesiti.

1) Sono obbligata a fare domanda di trasferimento o essendo perdente posto automaticamente le 12 ore che completano il mio servizio mi vengono assegnate d’ufficio nella sede più vicina

2) Nell’eventualità di risposta affermativa, mi conviene fare domanda di trasferimento condizionata?

3) Il Preside potrebbe impiegarmi in attività di potenziamento nella sede centrale?

4) Nella domanda di trasferimento quali sedi mi converrebbe indicare? Solo gli istituti del Comune di residenza per avere maggiori possibilità di avvicinarmi a casa o anche le città vicine?

Grazie per la disponibilità e complimenti per il vostro sito che seguo con molto interesse per la completezza e la puntualità delle informazioni

Giovanna Onnis – Gentilissima  Antonella,

la contrazione in organico  che si registrerà nella tua scuola per il prossimo anno scolastico, non necessariamente determinerà la tua soprannumerarietà in quanto si potrebbe costituire in organico una COE, salvaguardando in questo modo la tua titolarità nella scuola.

Il tuo eventuale esubero ti dovrà essere notificato dal Dirigente scolastico dopo la pubblicazione dell’organico  e solo dopo, se non sei interessata a farlo prima, potrai presentare domanda di trasferimento come docente soprannumeraria.

In relazione ai tuoi specifici quesiti posso fornirti le seguenti risposte:

1) Se non presenti domanda di trasferimento come soprannumeraria sarai, comunque, trasferita d’ufficio. Quindi non sei obbligata a presentare domanda, ma è consigliabile farlo per esprimere delle scelte territoriali ed evitare, finché è possibile,  sedi d’ufficio per te disagiate e scomode.

2) Se vuoi rientrare con priorità nella scuola di attuale titolarità e per non perdere il punteggio di continuità maturato nella scuola, ti conviene sicuramente presentare domanda condizionata.

3) Se verrai utilizzata nell’organico di potenziamento vorrà dire che non sarai stata dichiarata soprannumeraria e avrai mantenuto la titolarità nella scuola sull’organico dell’autonomia che comprende diritto + potenziamento

4) Se  presenti domanda condizionata, come docente dichiarata in esubero nel corrente anno scolastico, non dovrai indicare nelle preferenze la scuola dove sei stata dichiarata soprannumeraria e nella quale risulti ancora titolare nel momento in cui presenterai  la domanda, ma, se vuoi chiedere scuole ubicate in comuni diversi da quello di titolarità, dovrai esprimere prima preferenza sintetica sullo stesso  comune di titolarità, come chiarisce l’art.22 comma 7 dell’ipotesi di CCNI 2016/17.

Maggiori dettagli e chiarimenti puoi trovarli nell’articolo di OrizzonteScuola  http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-docenti-soprannumerari-e-domanda-condizionata-indispensabile-rientrare-precedenza-nella

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads