Preferenze analitiche e preferenze sintetiche nella domanda di trasferimento. Chiarimenti

Francesca –  Vorrei sottoporre un quesito, ho cercato in archivio, perché ricordo che avete trattato l’argomento, ma non riesco a trovar nulla. Dunque, immessa in ruolo fase 0-A, nella domanda di trasferimento che faremo per avere sede definitiva, in cosa consiste la differenza tra l’inserimento delle singole scuole nella domanda e l’inserimento, ad esempio, di 14 sedi singole e 1 comune (quello di appartenenza)? Mi spiego meglio: se un collega inserisce le singole scuole del mio medesimo comune, in quale modo sarà assegnata la sede? Chi precede chi e sulla base di quali criteri, visto che chi inserisce l’intero comune non esprime una graduatoria di preferenza? Grazie, spero di essere stata chiara. Buon lavoro!

Giovanna Onnis – Gentilissima Francesca,

la preferenza  su un comune è  una preferenza di tipo sintetico, mentre la preferenza su scuola è di tipo analitico.

La preferenza  sintetica, con la quale il docente chiede indifferentemente una delle scuole ubicate nel comune, può avere come conseguenza che l’assegnazione della scuola, in fase di trasferimento, potrà essere disposta indifferentemente per uno qualsiasi degli istituti, scuole o circoli compresi  nel comune richiesto.

L’assegnazione avviene, in base al punteggio,  secondo l’ordine risultante dagli elenchi ufficiali delle scuole.

Quindi nel momento in cui una domanda risulterà soddisfatta mediante una preferenza sintetica, al docente verrà assegnata la prima scuola o circolo con posto disponibile, secondo l’ordine risultante dall’elenco ufficiale, ad eccezione del caso in cui la prima scuola o circolo con posto disponibile sia stata richiesta da un altro docente con punteggio inferiore mediante una indicazione di tipo più specifico (preferenza analitica sulla scuola) ed esistano altre scuole con posti disponibili all’interno della preferenza sintetica .

In questo caso, poiché con la preferenza sintetica si richiedono indifferentemente tutte le scuole in essa comprese, la prima scuola con posto disponibile é assegnata al docente che l’ha richiesta con indicazione più specifica ed al docente che ha espresso la preferenza sintetica viene assegnata la successiva scuola con posto disponibile, in sintonia con quanto prevede l’art.12 comma 12 dell’ipotesi di CCNI 2016/17.

L’articolo al quale fai riferimento è presumibilmente questo http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-201617-cattedra-orario-interna-o-esterna-preferenze-sintetiche-o-analitiche-cosa-cambia

Posted on by nella categoria Mobilità, Varie
Versione stampabile
ads ads