Indennità sostitutiva di preavviso

Scuola – Buongiorno, una nostra collaboratrice scolastica è stata dichiarata dalla C.M.V. inidonea in modo permanente e assoluto a proficuo lavoro. Abbiamo chiuso il rapporto di lavoro indicando nel decreto di risoluzione del contratto che la stessa ha diritto all’indennità di mancato preavviso, però abbiamo qualche dubbio relativamente al conteggio dei mesi a cui ha diritto. La sua situazione è questa:
Servizio pre ruolo   –   AA 6 – MM 9 – GG 24 Nomina in ruolo     –   01/09/2011 Termine contratto –   29/02/2016 Totale servizio ruolo Assenze non retribuite: Aspettativa famiglia dal 01/02/2012 al 31/08/2012 Congedo biennale assistenza familiari con handicap   dal 13/10/2012 al 15/01/2014 Assenza malattia non retribuita    dal 17/11/2015 al 29/01/2016 Dobbiamo considerare solo il servizio di ruolo e quindi in questo caso avrebbe diritto a 2 mesi oppure Dobbiamo considerare tutto il servizio togliendo le assenze non retribuite e quindi in questo caso avrebbe diritto a 3 mesi oppure Dobbiamo considerare tutto il servizio senza considerare le assenze non retribuite e quindi in questo caso avrebbe diritto a 4 mesi? Restiamo in attesa di un Vs. gradito riscontro in merito e con l’occasione porgiamo cordiali saluti. Ufficio personale.

FP – Gentile Scuola,

in premessa si segnala che l’indennità sostitutiva di preavviso è stata introdotta per i dipendenti del Comparto Scuola dal CCNL del 1995.

L’istituto della indennità sostitutiva di preavviso prevede, in caso di recesso improvviso dal contratto di lavoro a tempo indeterminato di una delle parti o per decesso in servizio del lavoratore, l’obbligo dell’Amministrazione di corrispondere al dipendente una indennità pari all’importo dellaretribuzione per il periodo del mancato preavviso.

L’indennità consiste nell’attribuzione di un numero di mensilità dell’ultimo stipendio (compresa l’indennità integrativa speciale) e della 13a mensilità in tutti i casi in cui si prevede la risoluzione del rapporto di lavoro con preavviso o con corresponsione dell’indennità sostitutiva dello stesso. Ai sensi dell’art. 23 del CCNL 29/11/2007, i relativi termini sono i seguenti:

– 2 mesi, per dipendenti con anzianità di servizio fino a 5 anni;
– 3 mesi, per dipendenti con anzianità di servizio fino a 10 anni;
– 4 mesi, per dipendenti con anzianità di servizio superiore a 10 anni.

Il CCNL 29/11/2007 prevede l’indennità sostitutiva del preavviso nelle
seguenti ipotesi:

– art. 17, comma 4 (risoluzione del rapporto d’impiego per superamento del limite massimo di assenza per malattia o per inidoneità permanente a svolgere qualsiasi proficuo lavoro – cfr ora DPR 171 del 2011 );
– art. 93 (licenziamento con preavviso a seguito di procedimento disciplinare).

Ciò premesso, ad avviso dello scrivente,  sarebbe (condizionale d’obbligo) corretto considerare l’anzianità di servizio di ruolo, per una conseguenza  logica derivante dalla seguente analisi: l’indennità sostitutiva di preavviso è prevista in caso di recesso del contratto a tempo indeterminato.

Posted on by nella categoria Stipendio
Versione stampabile
ads ads