Mobilità ATA: il punteggio di continuità

Carlo – Gent.ma Sig.ra Lalla , in data 25.01.2015 e il 03/02/2015 le ho inviato una e-mail per una consulenza, ma non ho avuto ancora una risposta. Mi preme cortesemente avere questo chiarimento. Come le dicevo nella precedente mail sono un Assistente Amministrativo di ruolo in servizio presso un Istituto Comprensivo dall’a.s.2013.2014 (quindi titolare nella stessa scuola da 3 anni). La mia domanda è : ai fini del trasferimento interprovinciale ho diritto già da quest’anno al punteggio aggiuntivo previsto dal contratto di mobilità? Altro chiarimento: i punti aggiuntivi sono 8 o 24 (quindi punti 8 per ogni anno di titolarità nella stessa scuola)? La ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti.

di Giovanni Calandrino – Gentile Carlo, come specifica l’ALLEGATO E all’Ipotesi di CCNI concernente la mobilità del personale docente, educativo ed A.T.A. per l’A.S. 2016/2017, si chiarisce che per ogni anno intero di servizio prestato nel profilo di appartenenza senza soluzione di continuità per almeno un triennio nella scuola di attuale titolarità (entro il quinquennio) vengono assegnati 8 PUNTI, mentre oltre il quinquennio 12 PUNTI (per il servizio prestato nelle piccole isole il punteggio si raddoppia). Naturalmente si ricorda che ai fini della continuità del servizio non si valuta l’anno in corso.

Pertanto lei maturerebbe il suddetto punteggio a partire dal prossimo anno scolastico poiché per il triennio si intende (considerato che non si valuta il corrente A.S.):

I anno: 2013 – 2014;

II anno: 2014 – 2015;

III anno: 2015 – 2016.

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads