Il congedo per maternità prevale su quello parentale

Serena  – sono docente con contratto da 18.12.2015 al 30.06.2016, in congedo parentale dal 07.01.2016 al 30.06.2016. Poiché sono in attesa di un bimbo che dovrebbe nascere ad agosto, posso io interrompere periodo di congedo per maternità? grazie

Paolo Pizzo – Gentilissima Serena,

il congedo di maternità disciplinato dagli artt. 16 e ss. del D. Lgs. 151/2001 (ex astensione obbligatoria dal lavoro/interdizione dal lavoro), a differenza del congedo parentale disciplinato negli artt. 32 e ss dello stesso decreto, non è frazionabile e quindi non può nemmeno essere interrotto.

Essendo quindi un diritto indisponibile non è possibile modificare il titolo dell’assenza.

Senza considerare che il congedo parentale ha una diversa retribuzione a seconda dei periodi fruiti, mentre quello di maternità, obbligatorio e indisponibile, garantisce alla lavoratrice evidenti benefici in termini economici e previdenziali.

Per tali motivi il congedo di maternità prevale su qualsiasi altra tipologia di assenza di cui il docente fruisce nel momento in cui il congedo subentra.

Dovrai quindi comunicare la nuova tipologia di assenza e interrompere il congedo parentale.

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads