Trasferimento nell’organico dell’autonomia con domanda condizionata del docente soprannumerario

Antonio – Di ruolo dal 1991, sono stato trasferito a domanda condizionata nell’istituto di attuale titolarità da 6 anni e faccio domanda di rientro nella ex sede di titolarità per la sola conservazione del punteggio di continuità non essendoci né  cattedre né mio interesse a ritornarvi. Mi hanno detto alcuni colleghi di stare attento, questa volta, nella domanda, in quanto ci sarebbe il rischio di andare a finire nell’organico di potenziamento assegnato alla scuola dall’ufficio scolastico di competenza. Ragion per cui mi dicono di soprassedere alla domanda. Risponde al vero? Quali rischi ci sono? Mi conviene non fare nessuna domanda di rientro? Grazie del chiarimento

Giovanna Onnis – Gentilissimo Antonio,

la mobilità 2016/17, in base a quanto stabilito nella legge 107 sarà sull’organico dell’autonomia che, in base al comma 68, comprenderà le cattedre dell’organico di diritto e  i posti dell’organico di potenziamento.

Come docente soprannumerario trasferito a domanda condizionata, ancora nell’ottennio, hai diritto di priorità per il rientro nella scuola di precedente titolarità, dove tu, con la domanda condizionata, chiedi di rientrare.

Se nell’organico dell’autonomia della scuola di precedente titolarità sarà prevista, per la tua classe di concorso,  una cattedra nell’organico di potenziamento che, ripeto, fa parte dell’organico dell’autonomia, hai quasi la certezza matematica di rientrare nella scuola come titolare se presenti domanda condizionata per il rientro.

Se ciò non corrisponde ai tuoi desideri e non chiedi il rientro, la conseguenza sarà la perdita di tutto il punteggio di continuità maturato nella scuola di ex-titolarità e che hai conservato fino al corrente anno scolastico grazie alla presentazione della domanda condizionata.

Non presentando domanda condizionata per il prossimo anno scolastico potrai far valere solo  il punteggio di continuità maturato nella scuola di attuale titolarità dove lavori da 6 anni in seguito alla tua soprannumerarietà,  e potrai, pertanto conteggiare un totale di 13 punti di continuità (2 punti entro il quinquennio e 3 punti oltre il quinquennio)

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads