Passaggio di ruolo: chiarimenti su anno di prova e sede di titolarità

Claudia – Sono docente di lingua inglese alle medie, assunta a tempo indeterminato nell’ anno scolastico 2012/13. Quando ottenni la cattedra A345, mi dissero che non avrei dovuto rifare l’anno di prova se avessi fatto domanda per il passaggio di ruolo alle superiori A346. È ancora così? O sono costretta a rifare l’anno di prova e poi a richiedere la sede definitiva dopo averlo fatto? E un’ultima cosa, se non ci fosse disponibilità nei licei scelti da me, manterrei la titolarità nella scuola dove  ho la cattedra ora? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Claudia,

rispondo sinteticamente ai tuoi quesiti e per i dettagli ti rimando alla sezione Mobilità 2016 di OrizzonteScuola dove potrai trovare diversi articoli che ti potranno essere utile

1- Con il DM 850/2015 sono state introdotte importanti novità riguardanti l’anno di prova. In base alla recente normativa citata,  infatti, anche i docenti che ottengono il passaggio di ruolo sono tenuti, come i docenti neo-immessi, a svolgere l’anno di prova e formazione nella sua interezza

2 – Se otterrai il passaggio di ruolo , questo sarà su sede definitiva e non sarai obbligata a chiedere trasferimento per il successivo anno scolastico, come devono fare, invece i docenti neo-immessi che sono su sede provvisoria

3 – Se non otterrai il movimento richiesto rimarrai nella scuola di attuale titolarità

 

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads