ATA con orario di servizio su 5 giorni, chiusura per seggio elettorale: la giornata di sabato va recuperata?

Assistente Amministrativa – Sono un’assistente amministrativa a T.I. il cui orario di servizio è distribuito su 5 giorni settimanali dal lunedì al venerdì con la fruizione, quindi, del giorno di riposo nella giornata del sabato. In prossimità delle consultazioni elettorali previste per il referendum del 17 aprile 2016, l’Ente Locale ha richiesto i locali dove è ubicata la mia sede di servizio (segreteria) dalle ore 14,30 di Venerdì 15 aprile e fino a tutta la giornata di lunedì 18 aprile 2016, pertanto, poichè la scuola, essendo sede di seggio elettorale resterà chiusa nei giorni di sabato 14 e lunedì 18 aprile, chiedo se la giornata di sabato 14 aprile (giorno di riposo) devo recuperarla o no visto che le mie colleghe che lavorano su sei giorni hanno diritto a rimanere a casa nelle giornate di sabato 14 e lunedì 18 aprile.

di Giovanni Calandrino – Gentilissima AA, innanzitutto chiariamo che la chiusura TOTALE della scuola per elezioni è legittimata come causa di forza maggiore esterna di interruzione, indipendentemente dalla volontà dell’Istituzione scolastica. è equiparata quindi, a quella disposta per gravi eventi (nevicate, alluvioni ecc.) o anche per interventi di manutenzione straordinaria che precludono al personale e agli allievi l’accesso ai locali.

Le assenze così determinate, comprese quelle del personale ATA, sono pienamente legittimate e non devono essere “giustificate” e nemmeno essere oggetto di decurtazione economica, di recupero né da parte del personale docente né da parte del personale ATA (anche nel caso in cui il calendario scolastico scenda al di sotto dei 200 giorni di lezione previsti dall’art. 74 del D.Lgs. 297 del 16/04/1994), e tantomeno considerate ferie o permessi retribuiti.

Essendo il rapporto di lavoro del personale della scuola di natura civilistica e obbligazionaria tra le parti che lo sottoscrivono, il principio giuridico di riferimento è l’art. 1256 del Codice civile, che recita: “L’obbligazione si estingue quando, per una causa non imputabile al debitore (nel nostro caso dipendente della scuola), la prestazione diventa impossibile. Se l’impossibilità è solo temporanea, il debitore, finché essa perdura, non è responsabile del ritardo dell’adempimento”.

Detto ciò, alla sua domanda: la giornata di sabato 14 aprile (giorno di riposo) devo recuperarla o no? Risp. NO

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads