Punteggio di continuità: si valuta per gli anni continuativi come titolare nella scuola

Luca – Spett.le Orizzonte Scuola, vorrei chiedervi se ai fini del punteggio aggiuntivo per la continuità ( allegato D tabelle di valutazione titoli, tabella B, punto C) è valutabile l’anno di prova del contratto a tempo indeterminato, poiché leggo: servizio di ruolo prestato senza soluzione di continuità negli ultimi tre anni scolastici nella scuola di attuale titolarità.

Nota 5 : Si precisa che, per l’attribuzione del punteggio previsto dal presente comma, devono concorrere, per gli anni considerati, la titolarità nel tipo di posto comune […] Il punteggio va attribuito se la scuola di titolarità giuridica e la scuola in cui l’interessato ha prestato servizio continuativo coincidono per il periodo considerato. […] Non va valutato l’anno scolastico in corso al momento della presentazione della domanda. Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissimo Luca,

come stabilisce la normativa da te citata, per il punteggio di continuità devono essere valutati gli anni di servizio continuativo prestato nella stessa classe di concorso o tipologia di posto nella scuola di titolarità.

L’anno di prova è su sede provvisoria, quindi non può essere conteggiato per la continuità anche se il servizio è stato prestato nella stessa scuola che è diventata l’anno seguente sede definitiva e quindi di titolarità.

Per maggiori dettagli ti invito a leggere l’articolo pubblicato da OrizzonteScuola http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-2016-punteggio-continuit-servizio-come-e-quando-si-valuta-differenze-mobilit-e-graduato

 

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads