Docente neo-immesso e trasferimento d’ufficio: quali criteri per l’assegnazione della sede definitiva?

Viviana – Gentilissimi,sono un’insegnante di scuola dell’infanzia,  posto sostegno, immessa in ruolo il 1 settembre 2015. Sto procedendo alla compilazione della domanda di mobilità.  Vi chiedo cosa succede se in nessuno dei 20 istituti che indicherò ci sarà posto.  Come avverrà l’assegnazione d’ufficio della sede di titolarità?  Con quali criteri? Attendo una vostra  risposta.  Grazie per il prezioso supporto che date.

Giovanna Onnis – Gentilissima Viviana,

per il docente neo-immesso,  che non ha un comune di titolarità  essendo su sede provvisoria , come stabilisce la normativa, l’eventuale assegnazione d’ufficio della sede di titolarità prenderà in considerazione la tabella di viciniorità a partire dalla prima preferenza espressa nella domanda.

Sull’argomento ti invito a leggere l’articolo di OrizzonteScuola http://www.orizzontescuola.it/news/trasferimenti-domanda-e-dufficio-differenze-e-conseguenze-docenti-coinvolti

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads