Punteggio di continuità: si perde se si ottiene il trasferimento volontario

Irene – Vorrei aiuto per sciogliere un dubbio relativamente alla valutazione del punteggio per la continuità nella domanda di trasferimento. Sono una docente della scuola secondaria di secondo grado che nell’a.s 15-16 ha ottenuto il trasferimento richiesto ( non ero perdente posto). Nel frattempo ho richiesto, per ripensamenti miei, l’assegnazione provvisoria per tornare nella sede precedente al trasferimento. Ho ottenuto l’assegnazione provvisoria per cui di fatto non ho mai interrotto il mio servizio nella sede diprecedente titolarità. Ora sto presentando nuovamente domanda di trasferimento per tornare nella mia v ecchia sede e mi chiedo se posso considerare il punteggio della continuità di servizio che non è mai stato interrotto concretamente. La ringrazio molto Cordiali saluti

Giovanna Onnis – Gentilissima Irene,

la risposta al tuo quesito è negativa.

Il trasferimento ottenuto  nel corrente anno scolastico ha interrotto la continuità di servizio e ti ha fatto perdere, conseguentemente,  tutto il punteggio di continuità maturato nella scuola di precedente titolarità.

Non ha nessuna influenza il fatto che stai comunque prestando servizio nella stessa scuola, per assegnazione provvisoria, anche quest’anno, poiché non risulti più titolare in questa scuola.

Se,  in seguito ad un ulteriore trasferimento, riuscirai a ritornare nella scuola, il punteggio di continuità sarà comunque perso e dovrai maturarlo di nuovo come se nella scuola tu non avessi mai prestato servizio

Posted on by nella categoria Mobilità, Varie
Versione stampabile
ads ads