Chiamata diretta. Cosa bisognerà presentare al Dirigente Scolastico per farsi scegliere

Ho un quesito da porvi, nel caso di chiamata da parte dei dirigenti per la stipula del contratto triennale, cosa bisogna produrre e cosa fare? Si deve presentare il curriculum? Si devono presentare le abilitazioni, ovvero la documentazione presentata quando si è stati immessi in ruolo? Grazie e cordiali saluti

risposta – gent.ma, il curriculum sarà essenziale. La legge 107/2015 afferma infatti

"79. A decorrere dall’anno scolastico 2016/2017, per la copertura dei posti dell’istituzione scolastica, il dirigente scolastico propone gli incarichi ai docenti di ruolo assegnati all’ambito territoriale di riferimento, prioritariamente sui posti comuni e di sostegno, vacanti e disponibili, al fine di garantire il regolare avvio delle lezioni, anche tenendo conto delle candidature presentate dai docenti medesimi e della precedenza nell’assegnazione della sede ai sensi degli articoli 21 e 33, comma 6, della legge 5 febbraio 1992, n. 104."

e ancora

"Il dirigente scolastico formula la proposta di incarico in coerenza con il piano triennale dell’offerta formativa. L’incarico ha durata triennale ed e’ rinnovato purche’ in coerenza con il piano dell’offerta formativa. Sono valorizzati il curriculum, le esperienze e le competenze professionali e possono essere svolti colloqui. La trasparenza e la pubblicita’ dei criteri adottati, degli incarichi conferiti e dei curricula dei docenti sono assicurate attraverso la pubblicazione nel sito internet dell’istituzione scolastica.

Dunque curriculum sì (e di esso faranno parte anche le abilitazioni), ma non solo. Tutto ciò che ritieni utile al fine di orientare la scelta del Dirigente (esperienze e competenze) avrà valore.

Mercoledì 27 aprile iniziano al Miur gli incontri con i sindacati per defnire i criteri attraverso i quali i Dirigenti dovranno impostare le proprie scelte.

Posted on by nella categoria Ambiti territoriali
Versione stampabile
ads ads