Aspettativa per anno sabbatico. Chiarimenti

Paolo – vorrei per favore sapere con quanto preavviso va presentata al Dirigente Scolastico la domanda di aspettativa per anno sabbatico e se può essere presentata in qualunque periodo dell’anno. Grazie e cordiali saluti

Paolo Pizzo – Gentilissimo Paolo,

Ai sensi dell’art. 15/7 del CCNL del Comparto Scuola Il dipendente ha diritto, inoltre, ove ne ricorrano le condizioni, ad altri permessi retribuiti previsti da specifiche disposizioni di legge”.

È il caso dell’aspettativa non retribuita per “anno sabbatico”.

Tale aspettativa definita anche “Anno di riflessione importante per la formazione” è disciplinata dall’art. 26 comma 14 della legge 448/1998 (finanziaria ‘99) che recita:

I docenti e i dirigenti scolastici che hanno superato il periodo di prova possono usufruire di un periodo di aspettativa non retribuita della durata massima di un anno scolastico ogni dieci anni. Per i detti periodi i docenti e i dirigenti possono provvedere a loro spese alla copertura degli oneri previdenziali”.

L’aspettativa non retribuita per “anno sabbatico” può essere fruita solo dai Dirigenti e dai docenti di ruolo che hanno già superato il periodo di prova.

È quindi escluso il personale docente che non abbia ancora superato il periodo di prova e tutto il personale docente assunto a tempo determinato.

Il docente presenterà l’istanza al proprio dirigente scolastico.

La richiesta, prodotta in carta semplice, non ha bisogno di alcuna motivazione, certificazione o autocertificazione, né è a discrezione del dirigente concederla, ma dovrà riportare solo il riferimento di legge che permette al dipendente, avendone i requisiti, di fruire dell’aspettativa richiesta.

Non esiste un tempo di scadenza per la presentazione della domanda. Ma ti ricordo che  l’aspettativa in questione è riferita all’anno scolastico e non è oggetto di frazionamento.

Dal momento che escludo che tu ne voglia fruire quest’anno fino al 30/6, la richiesta infatti, anche se per 2 mesi ti renderebbe la fruizione dell’aspettativa totalmente prestata, per  fruirne a partire dal 1 settembre l’invito è quello di presentare la richiesta quanto prima (per prassi,  e in analogia con altri tipi di aspettative, almeno 30 gg. prima).

Posted on by nella categoria Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads