Docente neo-assunto in fase A: assegnazione d’ufficio della sede di titolarità solo nella provincia di immissione in ruolo

Sandro  – La mia domanda è semplice: un docente immesso in ruolo in Fase 0 o A partecipando alla fase D della mobilità può esprimere anche solo un ambito o due senza che poi il sistema completi in automatico gli ambiti non espressi? Semplicemente: assunto in Fase A sulla provincia X, nella mobilità interprovinciale posso esprimere solo ambito 1 della provincia Y e ambito 1 della provincia Z  senza rischiare gli altri ambiti nazionali esprimibili? Trovo solo notizie contraddittorie in merito. Grazie per la risposta.

Giovanna Onnis  –  Gentilissimo Sandro,

come docente neo-immesso in Fase A dovrai partecipare alla mobilità provinciale per l’assegnazione della sede definitiva nella provincia di immissione in ruolo e potrai partecipare anche alla mobilità interprovinciale, nella Fase D dei movimenti.

Se non potrai essere soddisfatto in nessuna delle due domande presentate, ti sarà assegnata una sede definitiva d’ufficio nella provincia di immissione in ruolo, che per te è provincia di titolarità.

Non potrai, quindi avere un’assegnazione d’ufficio interprovinciale in un ambito da te non richiesto, essendo, per te, la domanda interprovinciale esclusivamente volontaria e come tale sei liberissimo di chiedere anche un solo ambito territoriale senza rischiare gli altri ambiti esprimibili a livello nazionale.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads