Proroga scrutini senza interruzione per chi rientra nell’art 37. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Una docente rientra in servizio dopo il 30.04.2016 assente da ottobre 2015. La supplente viene mantenuta in servizio fino all’08.06.2016 termine delle lezioni. Per gli scrutini di giugno la supplente deve avere un contratto compreso dal 09 di giugno e fino all’ultimo giorno di scrutinio con eventuali giorni buchi nel mezzo, oppure deve avere contratti giornalieri?

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

l’art.37 disciplina i casi di rientro del docente titolare dopo il 30 aprile e dispone che, per ragioni di continuità didattica, ove l’assenza del titolare si sia prolungata per periodi non inferiori a 150 giorni, ridotti a 90 per le classi terminali, il supplente sia mantenuto in servizio per gli scrutini e le valutazioni finali.

Le note ministeriali, a partire dal 2008 e fino ad oggi, hanno sempre disposto che  i supplenti che si trovino in servizio in sostituzione di docenti che rientrino dopo il 30 aprile, in applicazione delle specifiche ipotesi stabilite al riguardo dall’art.37, avranno un contratto, senza soluzione di continuità, dal giorno successivo al termine delle lezioni fino all’ultimo giorno degli scrutini (indipendentemente dal numero dei giorni dedicati agli scrutini e dalla calendarizzazione degli stessi).

Per i supplenti in servizio in una terza media il contratto terminerà direttamente il giorno conclusivo degli esami.

 

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads