Graduatoria interna e punteggio ricongiungimento: spetta se il comune di titolarità coincide con quello di residenza del coniuge o è comune viciniore

Francesca  –  Sono una docente a t.i. della scuola secondaria di II grado. Nel compilare la domanda per la graduatoria interna di istituto, trovo che sono attribuiti 6 punti per il ricongiungimento al coniuge. Io e mio marito siamo entrambi residenti nel comune X, nel quale non vi sono scuole secondarie di II grado. Lavoro in un comune limitrofo a X, ma non il più vicino in termini di km, bensì in termini di percorrenza del tragitto. In segreteria mi dicono che tale punteggio non mi spetta, perché io e mio marito risiediamo in un comune ed io lavoro in un altro! Ma se in X la scuola non c’è… Potreste aiutarmi? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima  Francesca,

ciò che sostiene la segreteria non è corretto.

Il punteggio di ricongiungimento nella graduatoria interna spetta per il comune di residenza  del coniuge se questo coincide con il comune di titolarità, ma può spettare anche in un comune diverso da quello di residenza se in questo non ci sono scuole richiedibili.In questo caso per usufruire dei 6 punti nella graduatoria interna è indispensabile che il comune di titolarità sia quello viciniore rispetto al comune di residenza.

Dovresti, quindi, consultare la tabella di viciniorità e verificare se sussistono le condizioni (chilometriche) per poter usufruire del punteggio per il ricongiungimento nella scuola di titolarità e se così fosse, ne hai diritto anche se comune di residenza e di titolarità non coincidono

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads