Trasferimento in un ambito territoriale: sarà possibile solo in presenza di cattedre vacanti nelle scuole dell’ambito

Antonio – In riferimento alla risposta data al seguente quesito: Angelo – Sono un docente assunto in ruolo nel 2014, avrei bisogno di un chiarimento riguardo la mobilità interprovinciale. Vorrei scegliere il primo ambito “X” per avere titolarità su scuola, e altri due ambiti “Y” e “Z”.Posso mettere “X” anche come secondo ambito? Quindi 1° X; 2° X; 3° Y; 4° Z. In attesa di una risposta, saluti.

E’ stato risposto che non si può indicare due volte lo stesso ambito. L’argomento interessa anche me e credo molti altri. Pensavo che la doppia indicazione servisse per esprimere la richiesta di avere la titolarità su una scuola (la indicazione del 1° posto) ma anche la volontà di accettare la titolarità nello stesso ambito (il 2° posto). Dalla risposta mi sembra di capire che se non vi sono posti di titolarità non vi saranno neanche posti nell’ambito per una determinata classe di concorso, è così? Grazie e cordiali saluti

 

Giovanna Onnis – Gentilissimo Antonio,

confermo la risposta fornita al collega Angelo.

Il trasferimento in un ambito territoriale viene disposto solo in presenza di cattedre vacanti e disponibili all’interno dell’ambito, quindi nelle scuole facenti parte di questo ambito territoriale.

Solo in presenza di disponibilità potrà essere disposto il trasferimento del docente che potrà acquisire titolarità in una delle scuole dell’ambito se si tratta di docente assunto entro l’a.s.2014/15 oppure la titolarità sarà nell’ambito per i docenti neo-immessi nel corrente anno scolastico.

In ogni caso se, nel caso di docente assunto entro l’a.s. 2014/15, non sarà possibile soddisfarlo nel primo ambito richiesto con titolarità in una delle scuole dell’ambito, non potrà acquisire neanche titolarità nello stesso ambito dove chiaramente non vi sono cattedre disponibili

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads