Punteggio aggiuntivo 10 punti: si perde in seguito a mobilità volontaria nella provincia di titolarità

Anna Maria – Salve, scusate disturbo ma prima di procedere legalmente chiederei Vostro parere di esperti. Il quesito si riferisce ai 10 punti una tantum , se io nel periodo compreso 2000/2001 e 2007/2008 ho prestato servizio ininterrotto per non meno di 4 anni consecutivi ( infatti nello stesso circolo dal 1996 al 2007 ) come riportato nella tabella di valutazione alla lettera D ho diritto a questi punti? Ringrazio e saluto

Giovanna Onnis – Gentilissima Anna Maria,

se nel periodo da te indicato non hai presentato domanda di trasferimento provinciale o passaggio provinciale o, pur avendo presentato domanda, hai presentato istanza di revoca nei termini previsti, come prevede la tabella di valutazione allegata al CCNI 2016/17 nel Titolo I lettera D), hai diritto alla valutazione del punteggio aggiuntivo di 10 punti.

Si tratta di un bonus una tantum che, una volta acquisito, si perde esclusivamente nel caso in cui si ottenga, a seguito di domanda volontaria in ambito provinciale, il trasferimento, il passaggio o l’assegnazione provvisoria.

E’ utile chiarire che, in ogni caso, la sola presentazione della domanda di mobilità, anche in ambito provinciale, senza ottenere, però, il movimento richiesto, non determina la perdita del punteggio aggiuntivo una volta che lo stesso è stato acquisito.

Quindi se negli anni scolastici successivi non ha ottenuto, in seguito a richiesta volontaria mobilità nella provincia di titolarità, il punteggio aggiuntivo ti spetta sempre

Per maggiori dettagli ti invito a leggere l’articolo sull’argomento pubblicato da OrizzonteScuola  http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-e-punteggio-requisiti-valutare-bonus-10-punti-previsto-nella-tabella-valutazione-quando

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads