Bonus 10 punti e trasferimento a domanda condizionata: il punteggio non si perde e deve essere valutato nella graduatoria interna

Anna Maria – Sono una docente della Scuola di Istruzione Secondaria Superiore, vorrei sapere se, avendo presentato la domanda condizionata per poter rientrare nell’Istituto di precedente titolarità, ai fini della compilazione della graduatoria interna d’Istituto, si perde il bonus di 10 punti acquisito a decorrere dall’a.s. 2000/2001. Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Anna Maria,

in base alla tabella di valutazione allegata al CCNI 2016/17, il bonus di 10 punti spetta ai docenti che per un triennio, a decorrere dalle operazioni di mobilità per l’a.s. 2000/2001 e fino all’a.s. 2007/2008, non hanno presentato domanda di trasferimento provinciale o passaggio provinciale o, pur avendo presentato domanda, hanno chiesto revoca nei termini previsti.

Il punteggio, una volta acquisito, si perde solo nel caso in cui si ottenga, a seguito di domanda volontaria in ambito provinciale, il trasferimento, il passaggio o l’assegnazione provvisoria.

E’ utile chiarire che, in ogni caso, la sola presentazione della domanda di mobilità, anche in ambito provinciale, senza ottenere, però, il movimento richiesto, non determina la perdita del punteggio aggiuntivo una volta che lo stesso è stato acquisito.

Quindi il fatto che tu abbia presentato domanda condizionata non determina la perdita del bonus e, anche ottenendo il movimento richiesto a domanda condizionata avrai in ogni caso il diritto per poter  valutare i 10 punti nella graduatoria interna di istituto.

Il punteggio acquisito, infatti, lo perderai solo in seguito a mobilità volontaria.

Puoi trovare utili chiarimenti sull’argomento  nell’articolo pubblicato da OrizzonteScuola http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-e-punteggio-requisiti-valutare-bonus-10-punti-previsto-nella-tabella-valutazione-quando

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads