Valutazione delle domande di mobilità: a parità di precedenze , la priorità è determinata dal punteggio

Claudia – Gent.ma redazione, sono una docente di scuola di II grado, immesso in ruolo antecedentemente all’a.s. 2014/15, vorrei qualche chiarimento in merito alla formazione delle graduatorie a seguito della domanda di mobilità. Se un docente A, avente punteggio 100, chiede nell’ordine gli ambiti X e Y e un docente B, avente punteggio 50, chiede nell’ordine gli ambiti Y e X. Vuol dire che A avrà priorità su X e B su Y indipendentemente dal punteggio? Oppure in entrambi i casi avrà priorità A? In attesa di risposta, vi ringrazio

Giovanna Onnis – Gentilissima Claudia,

la valutazione delle domande deve rispettare il punteggio del docente, quindi, a parità di condizioni e precedenze, verrà analizzata e soddisfatta prima la domanda del docente con punteggio  maggiore.

L’argomento è stato affrontato da  OrizzonteScuola in questo articolo la cui lettura potrebbe esserti utile http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-quale-ordine-saranno-valutate-domande

Per rispondere al tuo quesito, la priorità spetta al docente A con maggior punteggio risopetto al  docente B.

Se, quindi, nell’ambito X, chiesto come prima preferenza dal docente A,  non ci sono disponibilità, mentre c’è una disponibilità nell’ambito Y e questo non è stato chiesto da docenti con punteggio maggiore, il trasferimento nell’ambito Y spetta al docente A.

Non ha influenza il fatto che il docente B ha chiesto questo ambito come prima preferenza, in quanto il suo punteggio non gli consente di “scavalcare”, nel trasferimento, il docente A nell’assegnazione della sede

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads