Sede definitiva per docente neo-immesso su posto comune: può chiedere anche posto sul sostegno se in possesso della specializzazione

Maria – Sono una docente di scuola secondaria superiore immessa in ruolo nella fase C del piano straordinario di immissioni in ruolo su posto comune. Mi accingo a compilare la domanda di mobilità. Nella sezione denominata “Posto speciale o di sostegno” alla voce “Tipo di posto da considerare per il trasferimento”, ho diritto a scegliere l’opzione 1° posto comune – 2° posto sostegno/speciale pur non avendo svolto l’anno di prova sul mio posto di titolarità (comune) perché in congedo di maternità? Preciso di essere in possesso del diploma di specializzazione sul sostegno. Cordialità

Giovanna Onnis – Gentilissima Maria,

la risposta al tuo quesito è affermativa.

Nella domanda di mobilità per l’assegnazione della sede definitiva, puoi, infatti, esprimere preferenza anche per posto di sostegno come stabilisce l’art.9 comma 15 dell’OM 241/2016:

I docenti neo-immessi che partecipano al movimento per l’assegnazione della sede definitiva possono esprimere preferenze relative a posti di sostegno, se in possesso del prescritto titolo di specializzazione, ovvero a classe di concorso o posto comune”

Non viene indicato nessun impedimento al riguardo nel caso non sia stato ancora superato l’anno di prova, elemento, quindi, non determinante

Diverso sarebbe se tu fossi neo-immessa sul sostegno, in quanto essendo nel vincolo quinquennale, saresti obbligata a presentare domanda di assegnazione di sede solo per tale tipologia di posto.

Puoi trovare ulteriori chiarimenti nell’articolo pubblicato da OrizzonteScuola http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-scuola-docenti-negli-ambiti-territoriali-quali-e-quante-preferenze-potranno-essere-espr

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads