Graduatoria perdenti posto ATA: può essere escluso il fratello o sorella del disabile? Chiarimenti

Antonello – Salve, nella risposta del 19 maggio al quesito “Graduatoria perdenti posto ATA: può essere escluso il nipote che assiste la zia?” a cura di G. Calandrino, veniva formulata la seguente risposta : “ Nello specifico si ricorda che alla categoria V rientra colui che presta assistenza al coniuge, ed al figlio con disabilità; assistenza da parte del figlio referente unico al genitore con disabilità; ASSISTENZA DA PARTE DI CHI ESERCITA LA TUTELA LEGALE.” Ma nella citata categoria V non rientra anche chi assiste un fratello disabile e convivente in mancanza dei genitori ?

Io sono stato incluso nella graduatoria dei perdenti posto ( a cui ho fatto ricorso) pur assistendo, con i benefici previsti dalla legge 104 , mio fratello con me convivente e di cui io sono l’unico parente ancora in vita e quindi unico referente per la sua assistenza . Chi si trova nelle mie stesse condizioni può chiedere di essere escluso dalla graduatoria interna d’istituto per l’individuazione dei perdenti posto? Grazie !

di Giovanni Calandrino – Gentile Antonello, si ricorda che nella consulenza da lei richiamata il rapporto di parentele che intercorre fra il disabile e il richiedente della precedenza è zio – nipote, le condizioni del suo caso, invece, sono diverse. Si precisa che qualora entrambi i genitori siano impossibilitati a provvedere all’assistenza del figlio disabile grave perché totalmente inabili (o come nel suo caso entrambi deceduti), viene riconosciuta la precedenza, alla stregua della scomparsa di entrambi i genitori, anche ad uno dei fratelli o delle sorelle, in grado di prestare assistenza, conviventi di soggetto disabile in situazione di gravità.

Antonello – Chi si trova nelle mie stesse condizioni può chiedere di essere escluso dalla graduatoria interna d’istituto per l’individuazione dei perdenti posto? Grazie !

Giovanni Calandrino – SI

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads