Trasferimento nell’organico dell’autonomia: la titolarità riguarderà sempre la classe di concorso di appartenenza

Mario – Sono un’insegnante di scuola media immesso in ruolo  nel 2008, titolare per la classe di concorso AM77 (violino), ho presentato domanda di trasferimento interprovinciale chiedendo solo un ambito per avere la titolarità in una scuola, vi chiedo: se sarà soddisfatta la mia richiesta di trasferimento diventerò titolare per la stessa classe di concorso o rischio di far parte del potenziamento? Se si, fino a quando posso revocare la domanda? In attesa di un gentile riscontro, porgo i miei più cordiali saluti.

Giovanna Onnis – Gentilissimo Mario,

se ottieni il trasferimento interprovinciale nell’unico ambito richiesto acquisirai titolarità in una delle scuole dell’ambito.

Il tuo trasferimento verrà disposto, chiaramente, per la classe di concorso di titolarità e questo a prescindere dal fatto che ti potrà essere assegnata una cattedra nell’organico di diritto o nell’organico di potenziamento della scuola dove acquisirai titolarità.

Si tratta comunque di cattedra disponibile per la tua classe di concorso anche se dovesse riguardare l’organico di potenziamento. I trasferimenti per il prossimo anno scolastico vengono disposti, infatti, nell’organico dell’autonomia, comprensivo dell’organico di diritto e dell’organico di potenziamento.

Il trasferimento in una scuola o in un ambito è indicativo del fatto che vi sono cattedre vacanti nell’organico dell’autonomia.

Il DS nell’attribuzione delle cattedre dovrà prioritariamente coprire i posti disponibili nell’organico di diritto, con l’obiettivo di garantire  il  regolare avvio delle lezioni. In mancanza di queste cattedre o in presenza di più docenti trasferiti nella scuola (in numero superiore alle cattedre vacanti in organico di diritto) attribuirà anche i posti previsti nell’organico di potenziamento per la tua classe di concorso.

Risulterai, quindi, in ogni caso, titolare per la cdc AM77 e, se ti fosse attribuita la cattedra di potenziamento le tue funzioni saranno legate a quanto previsto nel PTOF e, in base al comma 79 della legge 107, “Il dirigente scolastico può utilizzare  i  docenti  in classi di concorso diverse da quelle per  le  quali  sono  abilitati, purché posseggano titoli di studio validi per  l’insegnamento  della disciplina e percorsi formativi e competenze  professionali  coerenti con gli insegnamenti da impartire e  purché  non  siano  disponibili nell’ambito  territoriale  docenti  abilitati  in  quelle  classi  di concorso”. 

Questa “utilizzazione”, comunque non determinerebbe in ogni caso una modifica nella classe di concorso in cui sei titolare.

Se continua a interessarti la revoca della domanda, per la mobilità interprovinciale, hai la possibilità di revocare l’istanza presentata entro il termine del 14 giugno come chiarisce nel dettaglio l’articolo di OrizzonteScuola http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-scuola-docenti-domanda-trasferimento-pu-essere-revocata-dopo-termini-presentazione

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads