Ferie per il personale che ha differito la presa di servizio. Chiarimenti per il Dirigente

Dirigente – Nel nostro istituto sono in servizio tre docenti che il 01/09 sono stati immessi in ruolo in un’altra provincia nella fase B, ma hanno scelto di stipulare un contratto a tempo determinato due al 30/06 con differimento della presa di servizio al 01/07 e uno al 31/08, con differimento della presa di servizio il 01/09/2016, così come previsto dall’art. 1, comma 99 della legge n. 107/2015. Come devono essere considerati questi docenti per quanto riguarda la fruizione delle ferie, ma soprattutto i permessi retribuiti e quant’altro, come personale di ruolo a tutti gli effetti o no? Se vanno considerati a tempo determinato, dal monte ferie bisogna detrarre le sospensioni delle attività didattiche per chi termina al 30/6 e anche per chi termina al 31/08?  Si ringrazia anticipatamente.

Paolo  Pizzo – Gentilissimo Dirigente,

L’art 99 della legge 107/2015 dispone che “Per i soggetti assunti nelle fasi di cui alle lettere b) e c) del comma 98, l’assegnazione alla sede avviene al termine della relativa fase, salvo che siano titolari di contratti di supplenza diversi da quelli per supplenze brevi e saltuarie.

In tal caso l’assegnazione avviene al 1° settembre 2016, per i soggetti impegnati in supplenze annuali, e al 1° luglio 2016 ovvero al termine degli esami conclusivi dei corsi di studio della scuola secondaria di secondo grado, per il personale titolare di supplenze sino al termine delle attività didattiche. La decorrenza economica del relativo contratto di lavoro consegue alla presa di servizio presso la sede assegnata”.

Tali docenti sono stai assunti in ruolo l’1/9/2015, pertanto andranno trattati come tutti gli altri docenti già in ruolo.

Bisogna però fare un distinguo tra chi ha un contratto al 30/6 con differimento al 1/7, e chi ha un contratto al 31/8 con presa di servizio l’1/9.

I primi chiederanno le ferie nella scuola in cui andranno ad assumere servizio l’1/7. A tali docenti, infatti, non potrà essere decurtato nessun giorno di ferie (a meno che ovviamente non ne abbiano fruito durante l’anno o durante i periodi di sospensione delle lezioni) perché comunque sono a tutti gli effetti docenti di ruolo ai quali si applica l’art 13 del CCNL 2007.

Ci risulta che tale diritto è stato chiarito dallo stesso Ministero nell’ultimo incontro avuto con i Direttori Generali (potrà quindi eventualmente far riferimento all’USR della Sua regione per avere conferma di ciò.).

L’unica cosa a cui potranno andare incontro è la riproporzione del monte ferie spettante rispetto al servizio prestato.

L’art 13/6 del CCNL dispone infatti che “…la durata delle ferie è determinata in proporzione dei dodicesimi di servizio prestato. La frazione di mese superiore a quindici giorni è considerata a tutti gli effetti come mese intero.”

Per i secondi il problema non si pone. Essendo infatti docenti con contratto al 31/8 fruiranno delle ferie nei mesi di luglio e di agosto al pari di tutti gli altri docenti di ruolo in servizio nella stessa scuola.

In relazione agli altri istituti giuridici, il mio parere è che tali docenti sono a tutti gli effetti docenti di ruolo e per loro vanno applicati gli artt del CCNL relativi al relativo personale di ruolo.

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo, Ferie
Versione stampabile
ads ads