Docente soprannumerario trasferito a domanda condizionata: ha precedenza per il rientro nella scuola di ex-titolarità a prescindere dal punteggio

Marta – Due docenti fanno domanda di rientro nella sede di ex-titolarità, l’istituto è un IIS che ha due scuole con organici separati A e B. Se c’è un solo posto disponibile nella scuola A, a chi spetta? Al docente che era titolare  nella stessa scuola A o al docente che era in servizio nella scuola B se ha un punteggio superiore?

Giovanna Onnis – Gentilissima Marta,

la scuole A e B che fanno capo allo stesso IIS hanno codici meccanografici distinti e conseguentemente il loro organico è autonomo e separato.

I docenti risulteranno, quindi, avere titolarità nella scuola A oppure nella scuola B e sarà nella scuola di titolarità che risulteranno in esubero.

La richiesta di rientro con precedenza nella scuola di ex-titolarità, fatta mediante domanda condizionata, non riguarderà, quindi, l’IIS nella sua interezza, ma le singole scuole A oppure B.

Se si ricostituisce una cattedra nella scuola A il rientro spetterà al docente che era titolare nella scuola A e dalla quale è stato trasferito come soprannumerario a domanda condizionata.

Non ha nessuna importanza il fatto che il docente soprannumerario dalla scuola B abbia un punteggio superiore, ma la sua titolarità era in altra scuola dell’IIS ed è nella scuola B che ha precedenza per il rientro.

La scuola A spetta, quindi, al docente ex-titolare anche se con punteggio inferiore

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads