Docente neo-immesso trasferito d’ufficio: può chiedere utilizzazione e, se ha i requisiti per ricongiungimento, anche AP

Laura – Ho appena superato l’anno di prova e con la mobilità obbligatoria mi è stata assegnata d’ufficio una sede che non era presente tra le 15 da me indicate vicine alla mia residenza nel comune X (distretto 1), compreso l’istituto nel quale ho insegnato l’anno scorso 2015-2016 (distretto 5).  Essendo stata trasferita d’ufficio, sono stata mandata in un distretto, il n. 6, ancora più distante dal mio e non  mi è stata confermata la sede nella quale ho insegnato quest’anno, inserita come mia prima scelta.  Inoltre ho notato che il mio trasferimento è stato indicato come trasferimento in provincia senza sede, e non in comune.

Alla luce di quanto appena espresso e dal momento che vorrei sinceramente restare nella sede in cui ho insegnato quest’anno,  avrei preso in considerazione l’ipotesi di compilare e presentare la domanda di assegnazione provvisoria, indicando come unica sede questa  scuola. Avrei però un dubbio: mi è stato detto che, presentando tale domanda, automaticamente si perde il diritto di avere dei punti che si avrebbero in più (forse 10 dopo 3 anni) se si rimanesse sulla sede in cui si è titolari. Nel ringraziarla anticipatamente e nell’attesa di ricevere chiarimenti, porgo cordiali saluti.

Giovanna Onnis – Gentilissima Laura,

come docente neo-immessa (sicuramente in fase 0 o in fase A), quindi titolare in provincia,  hai partecipato alla mobilità della fase 2-A provinciale e non potevi partecipare alla fase comunale (1-A) riservata ai docenti con scuola di titolarità (quindi immessi in ruolo entro l’a.s. 2014/15) che partecipano ai movimenti nel comune in cui risultano titolari.

La scuola in cui hai lavorato nel corrente anno scolastico (ubicata nel distretto 5 del tuo comune di residenza) è stata per te sede provvisoria e non avevi nessun diritto di precedenza per essere trasferita in questa scuola.

Se hai i requisiti per il ricongiungimento potrai chiedere AP inserendo come prime preferenze scuole del distretto di residenza o direttamente il distretto di residenza che mi pare di capire sia il distretto 1.

Non puoi, quindi, chiedere in AP solo la scuola in cui hai prestato servizio nel corrente anno scolastico, in quanto appartiene al distretto 5 diverso da quello di ricongiungimento. Potrai inserire la scuola che ti interessa tra le preferenza solo dopo aver indicato prioritariamente il distretto 1 di ricongiungimento.

Per quanto riguarda il punteggio, l’AP interrompe la continuità e fa perdere il punteggio di continuità maturato nella scuola di titolarità, quindi se otterrai assegnazione provvisoria non potrai conteggiare l’anno scolastico per il punteggio di continuità che maturerai dopo aver svolto un triennio continuativo nella scuola di titolarità. Il punteggio spettante è 2 punti ogni anno entro il quinquennio e 3 punti ogni anno oltre il quinquennio

Ti ricordo comunque, che come docente trasferita d’ufficio puoi presentare anche domanda di utilizzazione con la quale non hai vincoli per l’indicazione delle preferenze e potrai, quindi, chiedere come prima preferenza la scuola che è stata per te sede provvisoria nel corrente anno scolastico. L’utilizzazione, al contrario dell’AP, non interrompe la continuità e consente di maturare il relativo punteggio

Posted on by nella categoria Assegnazioni/Utilizzazioni
Versione stampabile
ads ads