Assegnazione provvisoria: se si ottiene il movimento si perde il punteggio di continuità maturato

C.M. – Sono docente di ruolo di scuola superiore di secondo grado e avrei intenzione di chiedere l’assegnazione provvisoria nel comune dove mia madre risiede,vicino alla mia residenza.  Nel caso decidessi o dovessi rientrare nella scuola di titolarità l’a.s. successivo 2017/18, quali sarebbero le ripercussioni sulla mia posizione nella graduatoria interna d’istituto dove attualmente occupo il primo posto? Cordiali saluti

Giovanna Onnis – Gentilissima C.M.,

l’unica conseguenza negativa in seguito al soddisfacimento della domanda di assegnazione provvisoria è la perdita del punteggio di continuità maturato nella scuola di titolarità.

Se hai molti anni di servizio continuativi nella scuola di attuale titolarità (per la stessa classe di concorso o tipologia di posto) potresti perdere molti punti. Ti ricordo che il punteggio di continuità viene valutato dopo un triennio per la mobilità e dopo un solo anno nella graduatoria interna. Si valutano 2 punti ogni anno entro il quinquennio e tre punti ogni anno oltre il quinquennio.

Se presenti domanda di AP e ottieni il movimento richiesto potrai valutare tu stessa il punteggio che potresti perdere  e se, in tal modo, si potrebbe modificare la tua posizione nella graduatoria interna di istituto

ads