Coloro che cesseranno dal lavoro fino al 31/12/2017 non subiranno alcuna decurtazione sull’assegno pensionistico

Marta – Salve, raggiungerò i 41anni e 10 messi di servizio, inclusi riscatto e ricongiunzione del pre-ruolo, il 30 settembre 2017 quando avrò 60 anni di età; è possibile accedere alla pensione anticipata il 1/9/2017 quando avrò 41a e 9m? Con quale riduzione, nel caso ci fosse? Il 31/12/95 avevo 18anni di contribuzione per cui avrò il contributivo dal 1/1/2012; ai sensi della circolare Inps n.74 del 10/4/2015 viene sospesa la riduzione dovuta al mancato raggiungimento dei 62anni di età; resta solo il ‘?’ per la mancanza del mese di contribuzione. Grazie.

FP – Gentile Marta,

le confermo che può andare in pensione con decorrenza 1/9/17 anche se il requisito per la pensione anticipata previsto dalla normativa lo matura successivamente, ma entro il 31/12/2017.

In merito le segnalo parte della nota MIUR sulle pensioni (ultima nota):
“La pensione anticipata, rispetto a quella di vecchiaia, potrà conseguirsi, a domanda, solo al compimento di 41 anni e 10 mesi di anzianità contributiva, per le donne, e 42 anni e 10 mesi per gli uomini da possedersi entro il 31 dicembre 2016, senza operare alcun arrotondamento.” In tal caso trattasi di pensionamento “a domanda”.

In riferimento alla riduzione della misura della pensione le segnalo il comma 113 della Legge di Stabilità 2015:.

“con effetto sui trattamenti pensionistici decorrenti dal 1º gennaio 2015, il secondo periodo del comma 2 – quater dell’articolo 6 del decreto-legge 29 dicembre 2011, n. 216, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 febbraio 2012, n. 14, e successive modificazioni, è sostituito dal seguente: «Le disposizioni di cui all’articolo 24, comma 10, terzo e quarto periodo, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, in materia di riduzione percentuale dei trattamenti pensionistici, non trovano applicazione limitatamente ai soggetti che maturano il previsto requisito di anzianità contributiva entro il 31 dicembre 2017»”

Pertanto, coloro che cesseranno dal lavoro fino al 31/12/2017 non subiranno alcuna decurtazione sull’assegno pensionistico.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads