Trasferimento interprovinciale in fase 1B: non potrà essere d’ufficio e garantisce titolarità su scuola per il primo ambito richiesto

Gianfranco – Ho fatto domanda di trasferimento interprovinciale come assunto ante 2014/2015, ho indicato esclusivamente un solo ambito provinciale (nessuna altra provincia) e l’opzione di disponibilità all’insegnamento nelle scuole per adulti (serali).Vorrei porti due quesiti:

1 – Se non ottengo alcuna sede nell’unico ambito richiesto, resto nella sede di attuale titolarità?

2 – Mi sembra di capire che per il primo ambito richiesto (nel mio caso unico ambito) non è previsto l’invio del curriculum ai DS. Puoi confermare?

Grazie per l’attenzione e complimenti per la precisione e la professionalità.

Giovanna Onnis – Gentilissimo Gianfranco,

posso confermare rispondendo affermativamente ad ambedue i quesiti.

Come prevede la normativa (CCNI sulla mobilità 2016/17), il docente che partecipa alla fase 1B dei movimenti potrà acquisire titolarità su scuola se soddisfatto nel primo ambito richiesto, altrimenti, dalla seconda preferenza in poi, la titolarità sarà su uno degli altri ambiti richiesti.

Se sarai soddisfatto nella domanda, avendo chiesto un solo ambito, hai, quindi, la certezza di acquisire titolarità su scuola.

Se non sarai soddisfatto nella domanda rimarrai nella scuola di attuale titolarità non potendo essere, la mobilità interprovinciale, disposta d’ufficio

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads