Assegnazione provvisoria: si può rinunciare al movimento disposto?

Claudia – In merito alla domanda di assegnazione provvisoria avrei due quesiti:

– Risiedendo in un comune confinante con un’altra provincia, è possibile fare domanda anche per una scuola di questa provincia?

– E’ possibile rinunciare all’assegnazione provvisoria quando si viene a conoscenza dell’esito della domanda?

Cordiali saluti

Giovanna Onnis – Gentilissima Claudia,

l’assegnazione provvisoria può essere chiesta per una sola provincia, quella in cui è ubicato il comune di ricongiungimento.

L’unica eccezione per il prossimo anno scolastico 2016/17 è quella prevista nell’art.7 comma 3 dell’ipotesi di CCNI dove si prevede la possibilità, per i neoassunti nel corrente anno scolastico 2015/16 nelle fasi B e C del concorso 2012, di poter chiedere, in subordine alla provincia scelta come prioritaria, anche altre province della stessa regione, se coincidente con quella di inclusione nella graduatoria di merito del concorso.

Se non rientri in questa categoria potrai chiedere AP solo nella provincia di ricongiungimento, quindi la risposta alla prima domanda è negativa.

Non è possibile rinunciare all’assegnazione provvisoria disposta se non per gravi motivi debitamente “certificati” e, soprattutto, se la sede di titolarità è rimasta disponibile dopo i movimenti e non è stata assegnata ad altro docente  con movimento annuale. L’eventuale rinuncia e, quindi, annullamento dell’AP non deve in nessun caso avere ripercussioni sui movimenti già disposti

ads