Assegnazioni e precedenze: la sola invalidità non basta

Alessandra – Salve, sono un’insegnante della scuola primaria. Per l’ anno 2016/17 ho avuto il trasferimento nella citta’ di Torino. Io ho bisogno dell’ assegnazione provvisoria e vorrei delle delucidazioni. Io ho un’ invalidità del 75%, e vorrei sapere se ho priorita’rispetto ad altri inoltre ho tre figli piu’il coniuge. In attesa di una vostra risposta le porgo i miei saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissima Alessandra,

per avere la priorità in riferimento all’invalidità, si segnala che a questa deve essere aggiunto uno stato di disabilità.

Il punto III lettera d dell’art 8 del CCNI utilizzi riguarda infatti la precedenza prevista per il personale con un grado di invalidità superiore ai due terzi congiunto ad una certificazione di disabilità anche non grave o con minorazioni ascritte alle categorie prima, seconda e terza della tabella “a” annessa alla legge 10 agosto 1950, n.648.

Pertanto, la sola invalidità non basta.

Potrai invece avere una precedenza se i figli sono di età inferiore ai 6 anni, se l’assegnazione è provinciale; fino ai 12 anni se l’assegnazione è interprovinciale.

ads