Utilizzazione e punteggio: nessuna interruzione della continuità, si continua a maturare il punteggio senza conseguenze

Annamaria – Sono una docente di ruolo nella scuola secondaria che per l’a.s. 2016/17 avrà 13h nella scuola di titolarità e 5h in una scuola di un altro paese rispetto a quello di titolarità. Vorrei chiedere l’utilizzazione nel sostegno. Scusate se ritorno sulla questione dell’utilizzazione e punteggio di continuità, ma da più parti mi è stato detto che conservo la titolarità ma perdo i punteggi di continuità maturati, mentre mi è stato da voi risposto che li conservo. Potete darmi un riferimento normativo? Grazie e scusate ancora

Giovanna Onnis – Gentilissima Annamaria,

confermo sicuramente la risposta che OrizzonteScuola  ti ha già fornito.

L’utilizzazione non determina in nessun caso la perdita del punteggio di continuità e ciò che ti viene detto da più parti non è corretto.

Il riferimento normativo lo trovi nell’ipotesi di CCNI, nella nota 5 della tabella di valutazione (Allegato 1) valida per le utilizzazioni. La nota succitata indica chiaramente quanto segue:

“Il punteggio in questione va attribuito anche in tutti i casi in cui il periodo di mancata prestazione del servizio nella scuola o plesso di titolarità è riconosciuto a tutti gli effetti dalle norme vigenti come servizio validamente prestato nella medesima scuola. Conseguentemente, il punteggio per la continuità del servizio deve essere attribuito nel caso di assenze per motivi di salute, per gravidanza e puerperio, compresi i congedi di cui al D.L.vo n. 151/01, per servizio militare di leva o per il sostitutivo servizio civile, per mandato politico ed amministrativo, nel caso di utilizzazioni (ivi compresa quella nei licei musicali), di esoneri dal servizio previsti dalla legge per i componenti del Consiglio Nazionale della P.I., di esoneri sindacali, di aspettative sindacali ancorché non retribuite, di incarico della presidenza di scuole secondarie, di esonero dall’insegnamento dei collaboratori dei dirigenti scolastici, di esoneri per la partecipazione a commissioni di concorso, di collocamento fuori ruolo ai sensi della legge 23 dicembre 1998, n. 448, art. 26, comma 8 per il periodo in cui mantengono la titolarità ai sensi del D.L. 28/8/2000, n. 240, convertito con modificazioni nella legge 27/10/2000, n. 306, per il servizio prestato nelle scuole militari. Analogamente all’assenza per malattia, non interrompe la continuità del servizio l’utilizzazione in altri compiti per inidoneità temporanea……………….”

La stessa nota chiarisce, inoltre, che il punteggio di continuità si perde, invece “ nel caso di assegnazione provvisoria e di trasferimento annuale salvo che si tratti di docente trasferito nell’ottennio quale soprannumerario che abbia chiesto, in ciascun anno dell’ottennio medesimo, il rientro nell’istituto di precedente titolarità.”

Per maggiori dettagli ti invito a leggere l’articolo sull’argomento pubblicato da OrizzonteScuola, articolo che potresti consigliare a coloro che sostengono diversamente sbagliando  http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-2016-punteggio-continuit-servizio-come-e-quando-si-valuta-differenze-mobilit-e-graduato

ads