Docente trasferito in fase B1 nel primo ambito richiesto: acquisisce titolarità su scuola e non è coinvolto nella chiamata diretta

Antonella  – Sono una docente trasferita in fase B1 su sede e non su ambito. Volevo avere un piccolo chiarimento: l’incarico che io ho avuto nella scuola che mi è stata assegnata è quindi a tempo indeterminato (salvo contrazioni dell’organico, ovviamente) e non sarà triennale come coloro che sono stati trasferiti su ambito,giusto? Grazie mille

Giovanna Onnis – Gentilissima Antonella,

ciò che sostieni è corretto.

In base all’art.6 del CCNI sulla mobilità 2016/17, infatti, i docenti assunti entro l’a.s. 2014/15 potranno partecipare alla mobilità interprovinciale in fase B1 indicando le preferenze su ambiti territoriali. Se posizionati in graduatoria in maniera tale da ottenere il primo ambito chiesto, otterranno la titolarità di una scuola secondo l’ordine espresso tra tutte le scuole dell’ambito; diversamente saranno assegnati ad un ambito se richiesto.

Se sei stata soddisfatta per il primo ambito richiesto, per il quale avrai indicato un ordine di gradimento tra tutte le scuole presenti, hai acquisito titolarità in una di queste, quindi non sarai coinvolta nella chiamata diretta.

La tua titolarità è, infatti, su scuola e non su ambito e l’incarico triennale coinvolge solo coloro che in seguito al trasferimento hanno acquisito titolarità in un ambito territoriale

ads