Domanda di assegnazione provvisoria e comune ricongiungimento: la preferenza sintetica sul comune è obbligatoria se si chiedono anche scuole di altri comuni

Gianluca – Ho presentato domanda di assegnazione provvisoria  per la scuola secondaria di I grado per l’a.s. 2016-2017, per ricongiungimento a genitore disabile che necessita di assistenza globale e continuativa (L. 104 art. 3 comma 3). Dopo aver barrato nel campo precedenze la casella relativa ad art. 8 comma 1 punto IV lettera h, ho indicato nel campo delle preferenze le scuole dove mi interesserebbe ottenere l’assegnazione, senza però indicare, a chiusura delle scelte effettuate, la preferenza sintetica, ossia l’intero comune di ricongiungimento. Premesso che non ho espresso preferenze per ulteriori comuni o scuole ubicate in comuni diversi da quello di ricongiungimento, l’USP prenderà in considerazione le solo preferenze espresse o, come mi dice qualche collega, mi invaliderà l’intera domanda, non avendo io indicato l’intero comune di ricongiungimento in cui risiede il genitore disabile? Grazie in anticipo per la risposta.

Giovanna Onnis – Gentilissimo Gianluca,

se hai espresso solo preferenze analitiche per scuole ubicate nel comune di ricongiungimento non hai motivi di preoccupazione in quanto la tua domanda è valida.

L’obbligo di inserire preferenza sintetica sul comune di ricongiungimento sussiste solo se vengono espresse anche preferenze per altri comuni , ma l’omissione della preferenza sintetica non comporta l’annullamento dell’intera domanda che verrà valutata solo per le preferenze relative al comune di ricongiungimento e non per quelle relative ad altri comuni.

I colleghi che sostengono diversamente non hanno ragione, infatti  la normativa è molto chiara in proposito e nell’art.7  comma 9 del CCNI sulla mobilità annuale 2016/17 si stabilisce quanto segue:

L’indicazione della preferenza sintetica per il comune di ricongiungimento, ovvero per il distretto scolastico di ricongiungimento per i comuni suddivisi in più distretti, è obbligatoria solo allorquando vengano richiesti anche altri comuni o distretti oltre i predetti oppure altre classi di concorso o posti di grado diverso. La mancata indicazione del comune di ricongiungimento preclude la possibilità di accoglimento da parte dell’ufficio delle eventuali preferenze relative ad altri comuni, o altre classi di concorso o posti di grado diverso, ma non comporta l’annullamento dell’intera domanda di assegnazione provvisoria. Pertanto, in tali casi l’ufficio si limiterà a prendere in considerazione soltanto le preferenze analitiche relative a specifiche scuole del comune di ricongiungimento e per la stessa classe di concorso o posto di titolarità.

ads