Scuola secondaria I grado: si può costituire cattedra con 18 ore di approfondimento in materie letterarie?

Massimo – Vorrei chiedere se, nella scuola secondaria di primo grado è legittimo, da parte del dirigente, assegnare a due docenti diversi, la cattedra di italiano e la cattedra di approfondimento e addirittura assegnare ad un docente di lettere 18 ore settimanali solo di approfondimento, quindi 18 classi. Vi ringrazio dell’attenzione e porgo cordiali saluti

Giovanna Onnis – Gentilissimo Massimo,

non è regolare quanto disposto dal Dirigente scolastico, poiché non rispetta quanto stabilisce la normativa.

La nota ministeriale  n.11729 del 29 aprile 2016 avente come oggetto la trasmissione del Decreto interministeriale sulle “Dotazioni organiche del personale docente per l’anno scolastico 2016/17”, per la scuola secondaria di I grado, stabilisce, infatti, quanto segue:

“Mentre il quadro orario delle discipline è previsto dall’art.5 del regolamento approvato con DPR n.89/2009, l’assetto organico della scuola secondaria di I grado, sia per le classi a tempo normale che per le classi a tempo prolungato, è definito secondo i criteri fissati dal D.M. n.37 del 26 marzo 2009. Fermo restando che le ore di approfondimento concorrono alla costituzione delle cattedre, va evitato che le cattedre stesse siano costituite con il solo contributo orario relativo all’approfondimento in materie letterarie, come precisato nella nota prot. n.9583 del 27.10.2010”

La nota n. 9583/2010, alla quale si fa riferimento, prende in considerazione il nuovo quadro orario settimanale delle lezioni della scuola secondaria di I grado (DPR n. 89 del 20 marzo 2009) e la composizione delle cattedre derivanti dai nuovi quadri orario (D.M. n. 37 del 26 marzo 2009).

Nel D.M. n. 37/2009, per quanto attiene all’utilizzo dell’ora di approfondimento, si  prevede che : “Un’ora settimanale di approfondimento in materie letterarie – non costituisce cattedra – Contribuisce alla formazione di cattedra interne in fase residuale sia con classi a tempo normale che a tempo prolungato”.

Nella nota succitata si chiarisce, quindi, quanto segue:

“La costituzione di cattedre con sole 18 ore di approfondimento è stata, pertanto, prevista, a livello informatico e in via residuale, al solo fine di determinare una ulteriore disponibilità utile per le immissioni in ruolo, per i movimenti e le utilizzazioni e per le supplenze.
Da quanto sopra discende che le norme non prevedono la formazione di cattedre costituite con sole ore di approfondimento, compreso l’insegnamento di cittadinanza e costituzione, e tale insegnamento potrà essere assegnato, in via generale, solo a completamento di un posto orario (es. 9 ore di italiano, storia e geografia più 9 ore di approfondimento).
Qualora dovesse rendersi comunque necessario la formazione di un posto orario tutto di 18 ore di approfondimento, sarà cura delle istituzioni scolastiche, nell’esercizio dell’autonomia didattica e organizzativa prevista dal DPR 275/99, adottare le soluzioni didattiche, organizzative interne più idonee ad evitare l’assegnazione delle stesse ad un unico docente, considerata la difficoltà di gestire un carico orario così strutturato da effettuare su ben 18 classi, e senza apporti di carattere interdisciplinari nell’ambito della disciplina di Italiano, storia e geografia. Si suggerisce, pertanto, al fine di rendere più fruibile dal punto di vista dell’ apprendimento, di far ricorso ad una più utile articolazione oraria (es. scomporre una cattedra di italiano, storia e geografia costituendo due posti con 9 ore del citato insegnamento e 9 ore di approfondimento).”

Le indicazioni  ministeriali dovrebbero, quindi essere applicate dai Dirigenti scolastici nella formazione delle cattedre di  Italiano, utilizzando tutte le possibili strategie organizzative e articolazioni orarie che consentano di evitare la costituzione e assegnazione di una cattedra con 18 ore di solo approfondimento in materie letterarie ad un docente che si ritroverebbe a lavorare con 18 classi, condizione che, in base alla normativa citata è assolutamente da evitare

 

 

ads