Docente trasferita in un IP facente parte di un IIS: la sua titolarità è nello specifico indirizzo con organico autonomo

Anna Lisa – Quest’anno sono passata dal sostegno alla materia A047 matematica in un istituto professionale nella fase A. Per il prossimo anno vorrei chiedere il trasferimento nell’istituto tecnico che è a capo anche del mio istituto professionale. In segreteria mi hanno detto però che sono vincolata per 3 anni nella scuola che mi è stata assegnata. È così? Se così non fosse, in caso di trasferimento ho diritto alla  precedenza essendo interno all’Istituto?  Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Anna Lisa,

come docente trasferita nella fase A hai acquisito titolarità nella scuola e precisamente nell’Istituto Professionale che, mi pare di capire, fa parte di un IIS che comprende anche un Istituto Tecnico dove ti piacerebbe trasferirti.

Come docente titolare su scuola non hai nessun vincolo triennale su di essa e sei libera di chiedere trasferimento anche per il prossimo anno scolastico se lo desideri. La segreteria della scuola , quindi, non ha ragione sostenendo il contrario.

Non hai diritto di precedenza per il trasferimento nell’Istituto Tecnico anche se appartiene allo stesso IIS e, tra l’altro, devi considerare che dal prossimo anno scolastico, in base alla legge 107 e se non saranno previste deroghe in fase di contrattazione tra sindacati e MIUR per il CCNI sulla mobilità 2017/18, tutti i movimenti saranno su ambito territoriale e non su scuola e non avresti, pertanto, la possibilità di esprimere preferenza analitica sulla scuola che ti interessa.

L’unica possibilità per te potrebbe essere rappresentata dall’unificazione, per il prossimo anno scolastico, degli organici dei due indirizzi (IP e IT) facenti parte dello stesso IIS, come si ipotizza nella Nota n. 11729 relativa alle Dotazioni organiche del personale docente per l’a.s.2016/17:

“In attesa della definitiva applicazione del DPR 19/2016, che comporterà la completa revisione delle anagrafi del personale docente, nonché dei piani di studio delle scuole secondarie di II grado e dei relativi piani orari, per questo primo anno di applicazione dell’organico triennale dell’autonomia si procederà ancora mantenendo distinti gli organici dei diversi ordinamenti presenti nell’unica autonomia scolastica salvo per quanto riguarda la definizione delle attività relative al potenziamento dell’offerta formativa”

In questo modo, con l’unificazione degli organici, la tua titolarità risulterebbe nell’IIS nella sua interezza e  potresti lavorare, come docente titolare nell’IIS, anche nell’IT senza dover chiedere trasferimento con successivo coinvolgimento nella chiamata diretta una volta acquisita titolarità nell’ambito territoriale di riferimento

 

ads