Nelle scuole paritarie stessi insegnamenti della scuola statale

Sono una neo-laureata alla facoltà di Ingegneria Edile- Architettura, le scrivo in merito ad alcuni dubbi circa l’invio della domanda di messa a disposizione per le scuole paritarie. Consultando il sito del Ministero ho trovato, tenendo conto della mia classe di laurea (LM-4), le materie possibili da insegnare.

Mi chiedevo se, anche per le scuole paritarie, vale tale limitazioni o se è possibile inviare il CV ed eventualmente candidarsi per altre materie come ad esempio matematica, fisica e chimica per gli istituti secondari di primo grado; anche se queste non sono presenti nell’elenco sopraindicato. La ringrazio fin da ora per la disponibilità.

risposta – gent.ma Silvia, purtroppo la sua richiesta ci sembra sorgere dalla convinzione che nelle scuole paritari si possa “fare di tutto”, appunto senza limitazioni, fino alla possibilità di insegnare discipline per le quali non si ha titolo, evidentemente.

Fortunatamente non è così, altrimenti non servirebbe il decreto sulle classi di concorso e sulla corrispondenza delle discipline da insegnare (che naturalmente può essere contestato nelle sedi opportuno, ma non utilizzato a piacimento).

Ci auguriamo che le scuole paritarie rispettino la normativa e assicurino agli studenti gli insegnanti preparati per la disciplina di insegnamento. D’altronde il titolo che si consegue ha lo stesso valore di quello della scuola statale, per cui deve essere interesse della collettività mantenere alto lo standard di insegnamento anche nelle scuole paritarie

ads