La fruizione del congedo biennale è utile ai fini del punteggio di ruolo?

Rosa – Gentilissima, sono una docente assunta con fase C da Gae , trasferita , a seguito della mobilità nazionale, nell ‘ ambito 35 di Varese. Avendo madre disabile ai sensi dell’ art.3 comma 3 della legge 104/92, vorrei chiedere se il congedo biennale   da diritto  alla retribuzione ed alla maturazione del punteggio. Inoltre qualora lo chiedessi fino al termine delle attività didattiche avrei diritto alle ferie? Ringrazio anticipatamente per la risposta.

Paolo Pizzo –  Gentilissima Rosa,

l’art. 42, comma 5 del del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, come novellato dal Decreto Legislativo 18 luglio 2011, n. 119 prevede che il periodo del congedo non rileva ai fini della maturazione delle ferie, della tredicesima mensilità e del trattamento di fine rapporto. Per quanto non espressamente previsto dai commi 5, 5-bis, 5-ter e 5-quater si applicano le disposizioni dell’articolo 4, comma 2, della legge 8 marzo 2000, n. 53.

Pertanto, la maturazione del punteggio non sarebbe prevista perché se si applicano le disposizioni della legge 53/2000 tale congedo è non retribuito e non può quindi prevedere la maturazione del punteggio.

Sennonché per il Comparto Scuola vale ciò che si è deciso in sede di Contratto di mobilità il quale prevede il riconoscimento a tutti gli effetti nell’anzianità di servizio del pre ruolo e del ruolo di detto congedo.

La precisazione è contenuta nella PREMESSA:

“L’anzianità di servizio di CUI ALLE LETTERE A) E B) del punto I della tabella deve essere attestata dall’interessato, con apposita dichiarazione personale conforme allo specifico modello allegato all’O.M. sulla mobilità del personale o a quello predisposto per le istanze on line. NON INTERROMPE LA MATURAZIONE DEL PUNTEGGIO DEL SERVIZIO LA FRUIZIONE DEL CONGEDO BIENNALE PER L’ASSISTENZA A FAMILIARI CON GRAVE DISABILITÀ DI CUI ALL’ART. 5 DEL D.L.VO N. 151/2001.”

Pertanto, per la valutazione del servizio pre ruolo  e di ruolo la fruizione del congedo biennale è riconosciuta a tutti gli effetti nell’anzianità di servizio.

Il congedo non fa invece maturare le ferie.

Sempre la stessa legge prevede che il periodo del congedo non rileva ai fini della maturazione delle ferie, della tredicesima mensilità e del trattamento di fine rapporto.

ads