ATA: la retribuzione del personale in servizio presso i CPIA

 

Federica – Buongiorno, ho la possibilità di accettare una nomina annuale come CS presso un centro territoriale per l’educazione degli adulti, e vorrei capire quali differenze ci siano (se ce ne sono) con un incarico analogo presso un istituto scolastico “ordinario”: si riceve lo stesso stipendio?

Si è legati amministrativamente alla scuola che ospita fisicamente quel Centro, si risponde alla scuola, oppure il Centro è una istituzione separata con regolamenti suoi?

Molte grazie, saluti

di Giovanni Calandrino – Gentilissima Federica, i Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti costituiscono una tipologia di istituzione scolastica autonoma, dotata dello specifico assetto didattico e organizzativo. Viene assegnato ad ogni centro, un organico nella misura prevista per le istituzioni scolastiche autonome, dunque, un posto di DSGA, un Dirigente Scolastico, una unità per il profilo di Assistente Amministrativo. La dotazione organica dei Collaboratori Scolastici è determinata da un Collaboratore per ciascuna sede dove si svolgono le attività di istruzione per gli adulti, più un ulteriore Collaboratore per la sede del CPIA. Sono dunque strutture scolastiche a tutti gli effetti.

Federica – con un incarico analogo presso un istituto scolastico “ordinario”: si riceve lo stesso stipendio?

Giovanni Calandrino – SI

ads