Non è possibile lasciare una supplenza dopo la presa di servizio

Debora   – ho un problema urgente d sottoporti: ho accattato uno spezzone di 15 ore dal Csa 12OD e 3OF sulla scuola secondaria d I grado su Lingua e civiltà francese A246. Mi presento per la presa di servizio e a scuola mi dicono che forse c’è stati un errore, non risultano loro queste 15. Dopo varie telefonate mi dicono che sono sull’organico potenziato e che quindi starò a disposizione. ora io mi domando: perché non è staio specificato dal CSA che erano sull’organico potenziato? Non solo, ma se io avessi letto ciò sulle disponibilità pubblicate non avrei mai accettato la sede scolastica in questione, considerando che avevo già un contratto di 18 ore sul sostegno fino all’avente diritto. Posso rinunciare? Quali sono le sanzioni a cui vado incontro? Vi ringrazio.

Paolo Pizzo – Gentile Debora,

l’art 8 del DM 131/07 dispone che l’abbandono del servizio comporta la perdita della possibilità di conseguire supplenze, sia sulla base delle graduatorie ad esaurimento che di quelle di circolo e di istituto, per tutte le graduatorie di insegnamento.

Questa è la sanzione a cui andrai incontro.

L’unico caso in cui è possibile lasciare la supplenza senza sanzioni è quando l’abbandono è dovuto a giustificati motivi suffragati da obiettiva documentazione da far pervenire alla scuola (non è questo il caso).

Inoltre, l’unico caso in cui è possibile lasciare lo spezzone è quando questo viene accettato in assenza di cattedre intere e successivamente, sempre da GAE, viene proposta una cattedra intera. Ma neanche questo è il caso.

Pertanto, non puoi lasciare lo spezzone altrimenti andrai incontro alla sanzione descritta.

ads