Non è possibile frazionare un posto vacante per assegnare le ore ai docenti interni

Direttore SGA – Buongiorno. si può frazionare una cattedra vacante in organico di diritto (posto normale o sostegno) per assegnarla, con ore eccedenti l’orario d’obbligo, a docenti della scuola a tempo indeterminato che non sono abilitati all’insegnamento di quella classe di concorso? Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissimo Direttore SGA,

non è possibile frazionare la cattedra per nessun motivo anche se i docenti fossero abilitati all’insegnamento per la classe di concorso richiesta.

Si premette che nessuna norma o circolare prevede infatti che possa essere frazionata una cattedra disponibile per assegnare i vari spezzoni ai docenti già in servizio nella scuola con ore in eccedenza.

Ma il MIUR, molto attentamente, è intervenuto nella circolare delle supplenze del 1 settembre e trattando gli spezzoni pari o inferiori alle 6 ore ha specificato che tali ore riguardano gli spezzoni in quanto tali e non quelli derivanti dal frazionamento di posti o cattedre. Pertanto ai docenti interni potrebbero essere assegnati solo tali spezzoni (se docenti abilitati).

In nessun altro caso è possibile frazionare una cattedra o un posto.

Pertanto, nel caso in questione, se il posto è stato restituito dall’ATP perché le GAE risultano esaurire, il posto deve necessariamente essere assegnato, a mente dell’art 7 del DM 131/07, scorrendo le GI.

ads