ATA: la valutazione del servizio prestato presso le scuole delle provincie autonome di Trento e Bolzano

Laura – sono un assistente tecnico che quest’anno non avuto incarichi nella scuola statale; ieri sono stato convocato per una supplenza di assistente tecnico area informatica da una scuola della Provincia Autonoma di Trento, (essendo inserito anche in quelle graduatorie).Vorrei sapere se il servizio è valido sempre 0,50 per ogni mese di servizio. Preciso che la scuola è un Istituto di formazione professionale sempre dipendente dalla Provincia dove si conseguono qualifiche ed anche diplomi. Nella Provincia di Trento il personale Ata delle scuole statali e degli Istituti di formazione professionale della Provincia di Trento dipende sempre dalla Provincia. E’ una casistica diversa dal solito perché gli Enti di formazione professionale “in Italia” sono con finanziamenti regionali e non sono Istituti,..

le sarei grata se potesse rispondermi a più presto perché martedì dovrei accettare la supplenza

di Giovanni Calandrino – Gentilissima Laura, nel quesito non mi specifica di quali graduatorie ATA stiamo parlando.

Le rispondo in riferimento alle graduatorie permanenti che di circolo e di istituto.

Innanzitutto chiariamo che, il servizio prestato presso le istituzioni scolastiche della regione Valle d’Aosta e delle province autonome di Trento e Bolzano non è oggetto di valutazione per il raggiungimento dei 24 mesi di servizio.

Come da riferimento normativo, uno dei requisiti d’accesso alle graduatorie permanenti è un’anzianità di almeno due anni di servizio (24 mesi, ovvero 23 mesi e 16 giorni, anche non continuativi; le frazioni di mese vengono tutte sommate e si computano in ragione di un mese ogni trenta giorni e l’eventuale residua frazione superiore a 15 giorni si considera come mese intero) prestato in posti corrispondenti al profilo professionale di cui si richiede l’accesso.

[omissis]

Non è valutabile il servizio prestato nelle istituzioni scolastiche della regione Valle d’Aosta e delle province autonome di Trento e Bolzano.

Pertanto, il servizio prestato nella provincia di Trento non può essere valutato come requisito d’accesso (ai fini della maturazione dei 24 mesi di anzianità di servizio) ma conteggiato secondo i parametri previsti dall’ALLEGATO A/6 (Tabella di Valutazione dei Titoli) Lettera B).

Per quanto riguarda, invece, le graduatorie di circolo e di istituto di III fascia. Il servizio prestato in qualità di assistente tecnico presso le scuole dell’infanzia statali, nelle regioni Sicilia e Val d’Aosta, delle provincie autonome di Trento e Bolzano, in riferimento all’Allegato A – DM 716/2014, è valutato PUNTI 6 per ogni anno e PUNTI 0,50 per ogni mese o frazione superiore a 15 giorni.

ads